Diploma Università
Home > Università > Nuovi studenti universitari, ecco qualche consiglio per affrontare i test d’ingresso.

Nuovi studenti universitari, ecco qualche consiglio per affrontare i test d’ingresso.

1 settembre 2009

Al via il 3 settembre le prove d’ammissione per l’anno 2009-2010.

Saranno gli studenti di medicina e chirurgia i primi a sostenere gli esami d’ammissione. Il test prevede 80 quesiti su cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica e si ha tempo 2 ore per completarlo.

Il 4 settembre sarà la volta degli odontoiatri, il 7 settembre dei veterinari, l’8 settembre gli architetti, il 9 settembre le professioni sanitarie mentre il 10 toccherà agli studenti che vogliono prendere parte al corso di laurea in scienze della formazione primaria.

Tutti i quesiti sono stati programmati da una specifica commissione ministeriale tranne che per le professioni sanitarie, per le quali la prova viene predisposta dai singoli atenei.

Il metodo di valutazione delle prove è così costituito: 1 punto per ogni risposta esatta, meno 0,25 punti per ogni risposta sbagliata, 0 punti per ogni risposta non data.

Nel caso di parità di punteggio tra candidati varrà il voto conseguito al diploma.

A partire dall’anno accademico 2010-2011, per le ammissioni ai corsi di laurea a numero programmato, il punteggio massimo sarà di 100 punti, 90 dei quali sono ottenibili mediante il test d’ingresso e 10 vengono assegnati a seconda dei risultati ottenuti durante il percorso scolastico.

Al fine di prender parte ai test, ogni ateneo richiede il pagamento di una tassa di iscrizione per spese di segreteria. La cifra varia dai 60 € dell’Alma Mater di Bologna ai 35 € dell’università La Sapienza di Roma, ai 45 € dell’ateneo di Bari fino ai 50 € chiesti dall’università di Milano.

La preparazione ai diversi test universitari può esser svolta tramite manuali che possono aver un costo fino a 115 euro. Acquistandoli online si ha un risparmio del 15%.

Per chi intende prepararsi ai test anche in vacanza, grazie a universinet.it viene offerta la possibilità di esercitarsi con test via SMS con la possibilità di interrompere e riprendere i test a seconda delle esigenze.

Esistono anche corsi di preparazione ai test svolti in località balneari come ad esempio a Pescara, dove il pacchetto costa 1840 euro e comprende 13 giorni di villeggiatura in albergo e 48 ore di lezione, più il materiale didattico inerente ai test di medicina.
Oppure vi sono anche corsi organizzati in città italiane. Il costo va dai 590 euro per la preparazione ai test di medicina, ai 440 euro per la preparazione ai test di scienze della comunicazione.

Studenti.it consente l’esercitazione tramite i test degli ultimi anni di tutte le facoltà. La correzione è simultanea e fornita di commento.

Anche il sito del Ministero dell’Istruzione e dell’Università permette di scaricare le prove degli anni passati e svolgere esercitazioni.

Sinistrauniversitaria.org offre una mini per quanto riguarda le frodi sui test.
La guida contiene una decina di consigli utili ai ragazzi su come comportarsi nel caso in cui le buste con al loro interno i test arrivino in aula già aperte, oppure nel caso vengano riscontrate irregolarità nella condotta dei candidati e dei commissari. Il consiglio fondamentale è quello di domandare alla commissione di mettere tutto a verbale.

Fonte: fondazioneitaliani.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT