Diploma Università

Scuola superiore: Concorso “Se mi lasci non cresci”

22 aprile 2015
Commenti disabilitati

Nuovo concorso indetto dall’Autorità di Gestione del Fondo Sociale Europeo per gli studenti delle scuole superiori.
L’obiettivo è di favorire la crescita e la coscienza relativa all’importanza della cultura europea, in modo da cercare di prevenire i fenomeni di abbandono e dispersione scolastica.

Il concorso si articola in due sezioni, entrambe rivolte agli studenti di istruzione secondaria superiore:

“Quanto sei bella” propone la realizzazione di un elaborato multimediale in stile ’spot-pubblicitario’ (video cortometraggio) della durata massima di un minuto e mezzo, destinato ai proprio coetanei, il cui scopo è trasmettere l’importanza della partecipazione attiva nella vita scolastica.

“Come ti vorrei” è invece mirato agli istituti con elevati tassi di dispersione e propone la realizzazione di uno ’spot-appello’, sempre della durata massima di un minuto e mezzo, volto a manifestare le opportunità che il Fondo Sociale Europeo può offrire ai giovani e alle loro famiglie per ridurre il rischio di scoraggiamento e abbandono.

Il lancio dell’iniziativa si terrà a Cagliari e sarà realizzato in forma di serata-spettacolo, con artisti e rappresentanti delle istituzioni europee. Durante l’evento verranno premiati i due migliori video, uno per sezione, e i 10 allievi, 5 per sezione, dei gruppi vincitori potranno visitare e conoscere le sedi delle istituzioni comunitarie, insieme ai loro docenti accompagnatori.

Le domande di partecipazione dovranno essere redatte nella modulistica opportunamente predisposta e inviate tramite posta certificata.

Fonte: Regione Autonoma della Sardegna

La Regione Basilicata in soccorso dei precari.

21 ottobre 2009
Commenti disabilitati

Saranno destinati oltre 6 milioni di euro.

POTENZA – 714 sono i docenti precari in meno in Basilicata, assieme ad una cinquantina di insegnanti di sostegno e a 270 unità Ata (addetti tecnico-amministrativi). Un migliaio i tagli previsti in un anno, destinati a 4.000 in 3 anni su un totale di 13.000 dipendenti.

Per risolvere questo problema, in Basilicata si è messo a punto un programma realizzabile in 3 anni. Un piano che punta alla qualificazione, al rafforzamento ed all’ampliamento dell’offerta formativa scolastica.

Il programma prevede un investimento complessivo, per l’anno 2009 – 2010, di circa 22 milioni di euro, di cui 6 milioni e 300 mila saranno destinati al sostenimento del reddito dei lavoratori precari del mondo scuola.

La Regione Basilicata ha la possibilità di utilizzare il Fondo Sociale Europeo, attraverso un programma che si prefigge di dare risposte ai precari e all’intero sistema dell’offerta formativa.

I progetti inseriti nel programma triennale riguardano: il funzionamento delle reti scolastiche e la promozione delle partnership; la formazione permanente; l’istruzione formazione tecnica superiore; l’orientamento scolastico e professionale; l’inserimento delle persone disabili; la dispersione scolastica; il rafforzamento delle competenze linguistiche e matematiche; le reti scolastiche transnazionali.

Gli interventi che verranno effettuati tramite le risorse del Fondo Sociale Europeo, saranno rivolti agli istituti di istruzione secondaria di secondo grado ed all’ultima classe degli istituti di primo grado per le attività di orientamento in partnership con le scuole superiori.

Fonte:lagazzettadelmezzogiorno.it