Diploma Università

Confindustria: la facoltà che da più sbocchi lavorativi è quella di chimica

5 marzo 2012
Commenti disabilitati

Ottime notizie per gli studenti che si laureano o hanno deciso di laurearsi alla facoltà di chimica. Secondo uno studio recente di Confindustria, è stato rilevato che circa il 95% dei laureati in chimica riescono ad avere un contratto a tempo indeterminato in tempi rapidi. L’elevato livello di conoscenze minime e specifiche richieste per i diversi progetti e il basso grado di intercambiabilità tipico di questo settore portano le aziende a investire sul personale.

Inoltre gli stipendi risultano nettamente superiori di quelli previsti in altri settori a parità di titolo di studio e a livello previdenziale si rilevano migliori certezze grazie ad un fondo di previdenza integrativa per la categoria, con un altissimo numero d’iscritti.

Dopo l’analisi dei dati raccolti Confindustria annuncia la necessità ad orientare meglio i ragazzi italiani su percorsi di studio concretamente spendibili nel mercato del lavoro, e quindi indirizzare risorse verso gli istituti tecnici e le facoltà tecnico scientifiche.

La forte espansione di nuovi mercati come la “Green Economy” che richiedono conoscenze non solo in campo chimico ma anche in campo tecnico scientifico sono a supporto della teoria esposta da Confidustria.

Fonte: Studenti.it

Boom per la facoltà di Medicina a Milano

2 settembre 2011
Commenti disabilitati

I giorni in cui si terranno i test di ammissione per le facoltà a numero chiuso è molto vicino, le iscrizione si sono chiuse a fine Agosto. Anche quest’anno gli aspiranti medici sono sempre di più, si contano oltre le 100 iscrizioni al giorno.

I corsi scientifici piacciono di più, soprattutto fisica, chimica e matematica.
Anche la facoltà di Economia ha aumentato le iscrizioni, grazie al percorso agevolato che sarà attuato da Bocconi, Bicocca e Cattolica grazie alla convenzione con l’Ordine di settore.

La Bicocca ha registrato 13′000 partecipanti agli open-day, con un incremento di 2′500 persone rispetto al biennio 20009 / 2010. Il Politecnico, al solo open-day di aprile, ha registrato 12′000 visitatori.
Novità per quest’anno è l’aggiunta di alcune facoltà in lingua inglese. Il politecnico ha lanciato i corsi di Space Engineering e Telecommunication Engineering; la Bocconi International Economics, Management and Finance; e la Cattolica Banking and finance program, International management ed Economics.

Per le facoltà a numero aperto le scadenze cadranno tra fine settembre e ottobre.
Per Medicina, Chirurgia e Odontoiatria il test sarà il 5 settembre.

Per Architettura, Design e per il corso di Ingegneria edile-architettura test d’accesso il 7 settembre. In totale il Politecnico conta 29 corsi triennali più uno quinquennale.

Per la Bicocca il test per Scienze e tecniche psicologiche è stato il 1° settembre, Servizio sociale sarà il 6 settembre, Biotecnologie e Scienze Biologiche sarà il 9 settembre, Comunicazione e psicologia cadranno il 12. La Bicocca attiva 32 corsi triennali e 4 a ciclo unico.

Lo Iulm, con 5 corsi,  si specializza sempre più nella formazione dei settori di lingue, comunicazione, turismo e valorizzazione dei beni culturali.

L’Università Cattolica conta quarantatré corsi triennali e 5 a ciclo unico, inoltre rinnova la possiblità della doppia laurea: Psicologia clinica, insieme alle università di Siviglia e Madrid, e Politiche europee e internazionali, con Halle-Wittenberg.
I corsi a numero chiuso sono: Scienze della formazione primaria, Scienze e tecniche psicologiche e Scienze motorie.

La Statale comprende in totale nove facoltà per 70 corsi triennali e 9 a ciclo unico

Fonte: ilgiorno.it