Diploma Università

Il tuo futuro è importante, scegli la scuola superiore che fa per te

26 febbraio 2014
Commenti disabilitati

Le statistiche dicono che un ragazzo su due è ancora indeciso su quale percorso di studi intraprendere dopo il diploma di scuola secondaria di primo grado, noi ti aiutiamo con questa scelta importante, il futuro è tuo e devi costruirlo passo dopo passo.

Le tue scelte si devono focalizzare su come vuoi utilizzare il tuo diploma di scuola superiore di secondo grado, infatti se i licei ti danno principalmente una formazione multidisciplinare per affrontare l’università. gli istituti tecnici e le scuole professionali ti permettono di affrontare subito il mondo del lavoro.

Non è facile comprendere a questa età cosa si vuole fare da grandi ma si può capire se si ha voglia di studiare per tanti anni oppure si preferisce iniziare un’attività lavorativa appena diplomati.

Non pensare che chi sceglie un istituto tecnico non possa andare all’università oppure chi sceglie un liceo non possa andare a lavorare, solo che la preparazione e le statistiche ci dicono che il liceo da molta importanza al metodo di studio ma dà poche competenze pratiche.

In questa sessione di test ingresso a Medicina, la maggioranza delle persone che hanno superato il test provengono da licei, ma solo il 23,7% trova lavoro subito dopo il diploma, a differenza delle scuole professionali e degli istituti tecnici che vedono il 58% degli studenti trovare lavoro terminati gli studi.

Le conoscenze acquisite durante i percorsi di studio presso gli istituti tecnici ti permettono comunque di accedere all’università, è meglio se si rimane nell’ambito studiato ma comunque la preparazione acquisita ti permette di proseguire gli studi verso una laurea.

Le scuole professionali invece sono scuole che ti danno una formazione adeguata per intraprendere il mestiere desiderato, per esempio il cuoco, l’estetista, la parrucchiera o il settore della moda. Con il diploma di una scuola professionale si hanno delle buone possibilità di trovare un lavoro e farlo sicuramente prima rispetto alle altre tipologie di scuole superiori di secondo grado.

Adesso devi scegliere te cosa vuoi fare da grande.

FONTE: skuola.net

Memorizzare 200 pagine in 50 minuti!!!

20 luglio 2012
Commenti disabilitati

Qual’è il problema più comune a tutti gli studenti frequentanti scuole medie, superiori e università? Memorizzare le tantissime pagine da studiare in poco tempo a disposizione.
Il segreto è usare tecniche che permettono di tenere ordinate le conoscenze all’ interno della nostra mente; infatti è il disordine che provoca dimenticanze e ricordi incompleti.

Il fondamento di tutte le tecniche riguarda il “catalogare le idee”: il nostro cervello immagazzina milioni di dati e quando ci sfugge quello che stiamo cercando è perché il dato non è nel posto giusto e noi non riusciamo più a trovarlo, ma in realtà c’è.

Ecco i passi per la miglior tecnica di memorizzazione:

  • tagga i concetti: nel mondo di internet come si fa a reperire un’immagine che qualcuno cerca? Viene “taggata” quando è inserita in un sito, ovvero gli vengono associate delle parole chiave (dette “key words”) che una volta digitate dall’utente intento a cercala, tale immagine può essere trovata fra le milioni presenti in tutto il mondo.

La stessa cosa bisogna farla con le nozioni che si vuole memorizzare, in questo modo:

1)  taggare le origini del concetto: se stiamo parlando ad esempio di un esame universitario, l’origine sarà il nome della materia d’esame.

2)  trovare le key words: cerchiamo tutte le parole da associare ad ogni capitolo, per esempio:

esame di informatica generale;

tag completo: computer/pc, notebook, internet, ecc…

tag per capitolo: computer/pc = cpu, ram, memoria di massa, scheda video, ecc..

3)  associare con frasi semplici e anche banali i tag completi a quelli per capitolo, ad esempio:

il computer è una scatola intelligente, ha una sorta di calcolatrice che si chiama cpu e svolge le operazioni, il suo cervello è la ram dove sono messi i numeri con cui sta facendo i conti, per non perdere i dati li mette nella memoria di massa e, grazie alla scheda video, posso vederli io quando voglio attraverso uno schermo.

4)  ogni concetto associarlo ad un’immagine: nella frase inventate in precedenza, associamo ad ogni concetto un’immagine comune, ad esempio:
cpu= immagine della calcolatrice, ram=immagine del cervello, e cosi via.
Sembra banale, ma associare un’immagine stimola la memoria emotiva che è un aiuto per ricordarsi le cose in maniera estremamente veloce.

  • Credere in se stessi: convincersi che possiamo ricordare una cosa rafforza la propria capacità mnemonica, questo passo avviene solo se corrediamo la nostra volontà di memorizzare con un forte desiderio di ricordarselo.
  • Salvare nella mente per ricordarsi anche a distanza di anni:

1)  ogni mezz’ora di studio, fate un elenco dei punti salienti fino ad ora studiati e ripassateli per 5 minuti;

2)  prima di andare a letto ripassate velocemente l’elenco delle cose studiate;

3)  il giorno dopo e poi a distanza di 3-4 giorni ripassate, in maniera esaustiva, tutto quello che vi ricordate a proposito di quanto studiato.

Il Cervello è come un muscolo, più lo si usa e lo si tiene allenato e meglio risponde al momento del bisogno.

FONTE: Studenti.it

Prova INVALSI decisa la data

6 aprile 2012
Commenti disabilitati

Tutti gli alunni sul territorio nazionale, frequentanti il secondo anno di una scuola superiore, dovranno affrontare il test INVALSI.

La data è finalmente stata decisa dopo una serie di slittamenti ed è stata  concordata e approvata per il 16 maggio ed è valida per tutti gli istituti scolastici.

Gli studenti di seconda superiore dovranno affrontare due test: uno di italiano e uno di matematica. Il voto ottenuto dalle prove tuttavia non andrà ad influire sulla media o sugli scrutini finali.

Diversamente per gli studenti di terza media la prova INVALSI si svolgerà il 18 giugno, sempre con una prova di italiano e una di matematica i cui esiti saranno considerati per la valutazione finale d’esame.

FONTE: Skuola.net

Guida utile alla scelta della scuola superiore

16 marzo 2012
Commenti disabilitati

Entro giugno del 2012 tutti i ragazzi che frequentano l’ultimo anno delle scuole medie, oltre che svolgere gli esami, dovranno scegliere a quale istituto superiore iscriversi per il prossimo settembre.
Ecco alcuni consigli per scegliere la scuola giusta per te:

1 – Che scuola scegliere: è necessario capire quanto è la tua “voglia di studiare” e per quale tipo di scuola sei portato.
2 – Liceo: si caratterizzano per un formazione culturale di base, ottima per chi vuole proseguire con gli studi. E’ una scelta idonea anche per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro.
3 – Istituti Tecnici: hanno lo scopo di fornire una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico. Studiare in un istituto tecnico consente di acquisire le competenze necessarie per entrare nel mondo del lavoro. Il percorso di studi è abbastanza completo e consente lo stesso di proseguire gli studi.
4 – Istituti professionali: hanno lo scopo di fornire una solida base d’istruzione generale e tecnico-professionale, specializzato in campi lavorativi ben precisi. Ottima soluzione per chi vuole inserirsi subito nel mondo del lavoro. E’ anche possibile scegliere di proseguire con gli studi.
5 – Giornate d’Orientamento: sono indispensabili allo studente per capire i servizi che offrono ogni singola scuola e permette di aiutare il ragazzo a comprendere quali sono i suoi punti di forza e scegliere la scuola superiore più adatta alle sue caratteristiche.
6 – Occhio al mondo del lavoro: anche se a 14 anni potrebbe sembrare ancora presto, è importante avere un quadro delle professioni lavorative che si ha intenzione di fare in futuro, così risulta più facile scegliere la scuola che ti permetterà di avere le conoscenze necessarie.
7 – Segui i tuoi interessi: è sicuramente meglio scegliere scuole incentrate nelle materie che ti piacciono di più e dove sei più ferrato, se nelle materie di tipo umanistiche o scientifiche.
8 – Confrontarsi: la scelta che stai per compiere non è facile e potresti avere dei dubbi. Non avere paura di chiedere consiglio ai tuoi genitori e ai tuoi insegnanti che saranno sempre pronti a darti una mano.
9 – Non fare scelte affrettate: concediti il giusto tempo per capire cosa vuoi seguire e fare da grande. Fai in modo che la tua sia una scelta personale. Non scegliere il tipo di scuola superiore solo perché ci s’iscriverà la tua migliore amica o il tuo ragazzo e vuoi continuare a studiare con lei o lui. Non è detto che i suoi interessi coincidano con i tuoi. Anche frequentando scuole diverse, potrete continuare a vedervi nel tempo libero.

Fonte Studenti.it

t>