Diploma Università

Extra finanziamenti da destinarsi all’Erasmus per l’Italia: 12 milioni in più per studiare in tutto il mondo

23 gennaio 2015
Commenti disabilitati

Il progetto Erasmus ossia il programma europeo nato nel 1987 che permette a studenti e docenti universitari di usufruire un periodo di studio o di docenza all’estero sarà potenziato dall’Europa.

Da diversi anni il nostro paese è risultato uno dei più attivi sia per accoglienza che per partecipazione e oggi l’Italia avrà diritto ad un budget extra di 12 milioni di euro da destinarsi al progetto Erasmus+ (questo il nuovo nome dell’iniziativa) e si aprirà anche oltre i confini europei.

L’innovazione dell’iniziativa sta proprio nella nuova possibilità di svolgere il periodo di studio nei cinque continenti e vicendevolmente dare accesso alle università europee a studenti di facoltà extra continentali.

Inoltre ci saranno ulteriori possibilità non coperte in precedenza come la possibilità di partecipazione anche per gli studenti del settore Alta Formazione Musicale ed Artistica e delle Scuole Superiori per Mediatori Linguistici: si potrà anche conseguire titoli di master congiunti denominati Erasmus Mundus tramite programmi di studio internazionali integrati di alto livello.

Sempre più infatti si sta comprendendo l’importanza di un esperienza di studio o lavoro all’estero che resta imprescindibile per chi aspira ad una carriera internazionale di un certo livello e rappresenta un valido modo per apprendere lingue straniere.

Anche i dati sulla disoccupazione confermano questa teoria: il tasso di disoccupazione tra i partecipanti all’Erasmus è inferiore del 23% rispetto alla media.

Fonte:  Repubblica

Studiare all’estero: Erasmus e EF

2 gennaio 2014
Commenti disabilitati

Studiare all’estero è sicuramente positivo da molteplici punti di vista. È un’esperienza universitaria e di vita e si impara una lingua differente dalla propria.

Nel corso del 2012 si è registrato un boom di partenze degli studenti dalle università italiane verso l’estero grazie ai progetti Erasmus e Leonardo. Dal 1987, anno di creazione del progetto Erasmus, si sono toccati i massimi livelli.
Le destinazioni preferite sono state la Spagna, con 39.300 studenti, la Francia con 28.964 studenti, la Germania con 27.872 studenti ed il Regno Unito con 25.760 studenti. Le città maggiormente interessate da questo “flusso migratorio” sono, come ormai di consueto, Madrid, Parigi, Berlino e Londra.
Per poter partecipare al progetto Erasmus basta informarsi presso la propria università, dove troverete un ufficio dedicato pronto a guidarvi attraverso tutti gli aspetti burocratici della pratica.

Oltre all’Erasmus, è in forte crescita il numero di studenti che decidono di iscriversi direttamente in un ateneo estero sia per prendere la laurea che, se già laureati in Italia, per una formazione post-laurea, come ad esempio master, dottorato o stage.
L’unico requisito, praticamente indispensabile, è quello di possedere un livello linguistico avanzato con certificazione a livello internazionale. Tra i certificati che sono maggiormente richiesti all’estero troviamo per la lingua inglese il TOEFL o lo IELTS, per la lingua francese il TCF, il DELF o il DALF e per la lingua spagnola il DELE.
Per chi preferisce affrontare un’esperienza simile esistono organizzazioni che offrono varie opportunità per imparare approfonditamente un’altra lingua, conseguire certificazioni riconosciute ed entrare nelle università estere. Tra le principali troviamo la EF Education First, che ha creato un progetto dedicato a diplomati, laureati o genericamente giovani che hanno intenzione di iscriversi ad un’università straniera.
EF si occupa di formazione linguistico-professionale, preparazione per l’accesso agli esami universitari, master, dottorati e percorsi di stage per entrare direttamente nel mondo del lavoro. Le destinazioni sono anche extra europee come gli Stati Uniti, il Canada, Singapore e l’Australia. Inoltre, per chi non fosse ancora soddisfatto, c’è la possibilità di perfezionarsi a livello avanzato in ben due lingue presso i centri EF di due differenti città.
Per maggiori informazioni: http://www.ef-italia.it/?source=007988,SKUOLA_A_PREPARAZIONE

FONTE: skuola.net

Erasmus al verde, posssibile abolizione del progetto

26 dicembre 2012
Commenti disabilitati

L’Erasmus, progetto nato per incentivare lo scambio culturale tra studenti promuovendo periodi di studio e di vita all’estero, è a rischio fallimento. Dopo aver fatto viaggiare milioni di studenti, il fondo di finanziamento è rimasto al verde.

Insieme ai fondi europei per la ricerca, rischierà di affondare in un mare di debiti, che solo per il 2012 ammontano a 10 miliardi di euro.

Secondo il presidente della Commissione Bilancio del Parlamento Europeo, il buco nel quale sta sprofondando il Progetto Erasmus è stato causato dal ‘comportamento assurdo’ dei governi.

FONTE skuola.net

Le 10 lezioni di vita che si imparano quando si studia all’estero

25 giugno 2012
Commenti disabilitati

Svolgere un’esperienza di studio in uno Stato estero si tratta di un’importante occasione per maturare e soprattutto ampliare i propri orizzonti. Oltre a questo, è stato anche statisticamente provato che studiare all’estero porta la persona ad aver meno problemi nel trovare un lavoro una volta finiti gli studi.
Ma cosa consiste il “bagaglio d’esperienza” che si impara svolgendo un Erasmus? Ecco un piccolo elenco:

1 – Si impara ad essere pronti ad affrontare gli imprevisti, come l’organizzazione dei trasporti e la ricerca dell’alloggio. Imparare ad avere sempre “un piano B” aiuta ad affrontare le difficoltà.

2 – Si impara ad avere maggiore fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, soprattutto nel primo periodo, dove magari a causa di lacune nella lingua straniera nella nazione dove vi trovate non vi permette di chiedere aiuto.

3 – Si impara a capire l’umiltà: iniziando a superare i propri problemi, si possono comprendere anche le difficoltà degli altri.

4 – Si impara ad avere più socialità con chi ci sta intorno rendendoci più maturi nel rapporto con gli altri.

5 – Si impara ad aver anche maggior rispetto delle culture altrui, non solo di quella della nazione dove si andrà a fare l’erasmus, ma anche di quelle dei nostri colleghi stranieri che come voi stanno facendo un’esperienza di studio all’estero.

6 – Si impara a costruire un maggiore senso di responsabilità tra il fatto che non viviamo più in famiglia e che spesso e volentieri si convive con altri studenti per risparmio.

7 – Si impara “l’arte di farsi nuovi amici”, in un contesto completamente nuovo bisogna ricostruirsi una nuova vita sociale da zero. E’ anche un’ottima occasione per cercare di capire i propri difetti e provar a smussarli.

8 – Si impara a diventare un bravo viaggiatore: le esperienze nei viaggi ti insegneranno ad avere più scaltrezza nello scegliere il miglior rapporto qualità prezzo per gli spostamenti.

9 – Si impara a vedere gli stranieri in difficoltà con gli occhi di colui che è stato straniero e che capisce quando ti ritrovi catapultato da solo in un contesto completamente diverso dal proprio.

10 – Simpara a capire che i tuoi limiti possono essere superati, anche con l’aiuto degli altri.

Fonte: Studenti.it

t>