Diploma Università

In aumento i corsi a numero chiuso negli atenei.

1 maggio 2010
Commenti disabilitati

In crescita anche i corsi di inglese.

All’Alma Mater vanno in crescendo i corsi di laurea a numero chiuso. Il Senato accademico ha infatti deliberato recentemente il nuovo assetto per il prossimo anno e, oltre ad un piccolo taglio sul numero dei corsi (218, 3 in meno rispetto l’attuale anno), aumenteranno quelli a numero chiuso.

I nuovi corsi ad ingresso programmato riguarderanno le lauree magistrali di Farmacia a Bologna e Farmacia a Rimini (280 per Bologna e 140 per Rimini le matricole ammesse), Chimica e tecnologie farmaceutiche (160), la laurea triennale in Scienze biologiche (300) e quella in Servizio sociale (150).

Quindi in base alla nuova proposta didattica approvata dall’Ateneo, saranno complessivamente 45 i corsi a numero chiuso: 24 definiti a livello nazionale e 21 decisi localmente.
Contemporaneamente cresceranno i corsi di studio che prevedono lezioni ed esami in inglese ed i corsi internazionali, tenendo conto anche di quelli che prevedono lauree congiunte, ovvero riconosciute anche dalle università straniere.

Nel prossimo anno accademico saranno attivati due nuovi corsi nella Facoltà di Economia: «Business and economics», prima laurea internazionale di primo livello dell’Ateneo, e la laurea magistrale in «Quantitative finance».

A Ravenna prenderà il via la laurea magistrale «Science for the conservation-restoration of cultural heritage», mentre all’interno della laurea magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni sarà attivo un nuovo percorso di studi interamente in lingua inglese: «Communication networks, systems and services».

Gli Atenei esteri che sono coinvolti in corsi internazionali sono: la Columbia University di New York, la Carnegie Mellon University di Pittsburgh, Paris-Nanter, Monaco, Vienna, Berlino, Cracovia, Bergen, Helsinki, Valencia, Barcellona e Budapest.

Fonte: Corriere di Bologna