Diploma Università

Dilagano i 5 in condotta tra gli studenti

24 giugno 2010
Commenti disabilitati

Cresce il numero dei non ammessi alla maturità

Aumentano le bocciature di fine anno alle scuole medie e superiori. Aumentano anche i non ammessi all’esame di maturità soprattutto a causa dei numerosi 5 in condotta. Ecco i nuovi dati, anche se ancora parziali, relativi all’andamento degli scrutini nelle scuole secondarie, resi noti oggi dal Ministero dell’Istruzione. Confermando le prime proiezioni, il numero degli studenti non ammessi agli esami di maturità è in aumento.

Nei primi anni delle scuole secondarie di I grado aumentano i bocciati rispetto all’anno scolastico 2008/2009. Il numero dei non ammessi agli esami di terza media rimane invece sostanzialmente costante. Alle scuole superiori di II grado, sempre rispetto al 2008/2009, aumenta il numero complessivo degli studenti non ammessi alla classe successiva.

Negli scrutini relativi ai primi quattro anni delle superiori, il numero degli studenti non ammessi aumenta per tutte le classi, tranne le seconde. Sempre alle superiori, se le proiezioni saranno confermate, i 5 in condotta alle superiori saranno 10mila.

Fonte: Orizzonte Scuola .it

Promozione o bocciatura

23 gennaio 2010
Commenti disabilitati

Ecco da cosa dipende.

Come fare per ottenere la promozione quest’anno? E accedere all’esame di Maturità?
Tra una riforma e l’altra, sono ormai 3 gli anni che vengono modificati i criteri di valutazione.
Di seguito un elenco sintetico di tutte le novità già in vigore da quest’anno ed un accenno a quelle che sono previste dal prossimo anno.

Alle scuole medie per ottenere l’accesso all’esame gli studenti dovranno aver la sufficienza in tutte le materie, condotta compresa. A seconda della media ottenuta e il percorso scolastico svolto, il consiglio di classe esprimerà un “voto di idoneità” in decimi.
Il voto finale verrà ottenuto come media aritmetica tra:
- il voto di idoneità, arrotondato all’unità superiore per frazione pari o superiore a 0,5 ;
- i voti degli scritti;
- il voto del colloquio orale.

Se in passato era semplice uscire il massimo dei voti, da oggi sarà più così semplice.
Chi dovesse riuscirci potrebbe ottenere addirittura la “lode” per mano della commissione esaminatrice, purché tutti i membri siano d’accordo.

Alle scuole superiori tutto rimane invariato. Bisogna dunque ottenere la sufficienza in tutte le materie per passare l’anno, altrimenti si viene rimandati a settembre con il rischio di bocciatura se non si riescono a superare le prove di recupero.

Per accedere alla maturità da quest’anno gli studenti dovranno avere la sufficienza in tutte le materie condotta compresa.

A partire dalla maturità 2010 potranno ottenere la lode tutti gli studenti che abbiano conseguito almeno 8 in tutte le materie durante l’anno e che alle prove d’esame abbiano raggiunto il massimo dei crediti disponibili.

A partire dal 2012 la lode rimarrà quasi un miraggio. Potrà essere assegnata solo a chi avrà conseguito il massimo credito scolastico (25 punti) ed all’esame otterrà il massimo dei punti, ovvero 75 .
Sarà necessaria l’unanimità della commissione esaminatrice affinché venga assegnato il punteggio massimo alle prove scritte ed all’orale e, la stessa commissione non potrà utilizzare il bonus di 5 punti per assegnare la lode.

Il voto in condotta è stato oggetto di riforma e da quest’anno se si vuole passare all’anno successivo o accedere agli esami finali non potrà essere inferiore a 6, altrimenti la bocciatura sarà automatica.

Fonte: skuola.tiscali.it