Diploma Università

Metti alla prova il tuo Italiano e migliora le tue abilità linguistiche con l’app gratuita del Miur

15 giugno 2017
Commenti disabilitati

“Sfida l’italiano” è il nome scelto per l’applicazione realizzata dal Miur e da Paolo Corbucci, Ugo Cardinale e Massimo Fagotto.

L’applicazione è scaricabile gratuitamente e senza alcun costo dall’App Store (fruibile su iphone 5/6/7 ossia iOS dalla versione 10) e su Google Play (Android dalla versione KitKat del 2013 in poi) e fruibile solo su cellulare (no tablet) e permette di affrontare le stesse sfide che coinvolgono un numero sempre più in aumento di studenti alle Olimpiadi di Italiano.

Sette anni fa, al debutto delle olimpiadi di italiano parteciparono 800 ragazzi. Per citare alcuni numeri solo quest’anno (ossia 2016-2017) si sono iscritti 57559 ragazzi e 1110 scuole.

Di fatto l’applicazione permette di sfidarsi in singolar tenzone tra colpi di verbi e stoccate di anali logica in due modalità.

La prima è attraverso una sfida univoca verso se stessi e la seconda con altri utenti che utilizzano la applicazione creando quindi un possibile confronto costruttivo che porta a migliorare le competenze linguistiche.

Di fatto vengono presentate diverse domande a difficoltà crescente con il tempo che si incrementa di conseguenza.

Vince chi risponde correttamente nel minor tempo possibile e le classifiche restano online permettendo quindi ai giocatori di migliorarsi continuamente.

L’app è scaricabile su play store qui: “Sfida l’Italiano – App per Android

L’app è scaricabile dal app store qui: “Sfida l’Italiano – App per iOS

Android: le app per gli studenti più utili

18 luglio 2012
Commenti disabilitati

I nuovi smartphone e tablet possono avere una funzione utile per lo studio? elenchiamo una piccola serie di apps compatibili sui device che montano il sistema operativo Android capaci di aiutare l’organizzazione e lo studio all’università e alle scuole superiori:

1) Libretto Universitario: App che consente di avere un libretto universitario elettronico. Permette di calcolare la media sia aritmetica che ponderata, i crediti e il voto di laurea di partenza. Permette anche di inserire il codice degli esami e il nome del professore.

2) MyHomework: Quest’app ti aiuta a non dimenticare che devi fare i compiti! Grafica buona e aggiornamenti costanti, è disponibile sia per Android che per IPhone.

3) Imatematica: App gratuita che contiene un formulario completo di algebra, geometria e analisi.

4) Periodic table: App utile per chi studia chimica, molto semplice da utilizzare. Presente anche la sezione con i quix di chimica.

5) Orario corsi timetable spread: App che permette di segnare i corsi, le materie e gli orari. Contiene anche un widget.

6) Recordoid: Permette di registrare le lezioni con una qualità audio davvero perfetta.

7) Mi interroga?: App davvero carina e originale, permette di fare il calcolo delle probabilità di essere interrogati attraverso vari algoritmi.

Fonte: Studenti.it

E-school: Applicazione vincitrice del Nokia University Program 2011

16 gennaio 2012
Commenti disabilitati

Per l’ottavo anno si è svolto il Nokia University Program, un concorso che è riuscito a coinvolgere studenti di 50 atenei italiani.

Il concorso prevedeva: la creazione di un’applicazione per smartphone e la realizzazione del business plan per sostenerne il lancio.

In quest’edizione ha vinto l’applicazione “E-school” ideata e sviluppata da Carmen Bonuomo, Elena Martiradonna e Maria Costantina Formando dell’Università degli studi di Foggia.
E-School è un’applicazione che ha lo scopo di unire trasversalmente tutti i soggetti della vita scolastica attraverso una serie di servizi che vanno a velocizzano tutte quelle attività chiave nel mondo scolastico.

Le prime cinque posizioni del concorso sono state assegnate a:

1. E-school dell’Università degli studi di Foggia.
2. PhotoFilterz dell’Università degli studi di Roma Tre.
3. Mycar dell’Università degli studi di Napoli Federico II.
4. Cardiobeat dell’Università degli studi di Perugia.
5. Footshare dell’Università Bocconi di Milano e dell’Università di Bologna.

Commenta Elisabetta Ascione, responsabile del Nokia University Program: “Siamo molto soddisfatti della partecipazione e dell’entusiasmo con cui i ragazzi degli atenei italiani hanno accolto l’ottava edizione del Nokia University Program. La formula innovativa del progetto, introdotta lo scorso anno, ha confermato gli ottimi risultati sia in termini d’atenei partecipanti sia in termini di progetti elaborati. Ciò testimonia che in una congiuntura sfavorevole come quell’attuale ai giovani debbano essere offerte delle opportunità. Da sempre è l’obiettivo del “N.U.P.” è quello di creare un legame forte tra atenei e impresa”.

FONTE: Repubblica.it