Diploma Università

7 regole d’oro per affrontare gli esami

23 maggio 2012
Commenti disabilitati

Con l’avvicinarsi del periodo degli esami, per molti ragazzi la tensione e lo stress possono influire sul rendimento intellettivo mettendo a repentaglio i risultati sperati per il conseguimento di una promozione. Oltre allo studio costante è necessario fare in modo che il nostro corpo risponda agli stimoli intellettivi per poter imparare al meglio tutte le nozioni delle materie scolastiche coinvolte durante l’esame. Un modo fondamentale per mantenere alto il nostro grado di concentrazione parte dalla nostra educazione alimentare. E’ stato chiesto a Virginia Gattai, nutrizionista, in che modo approcciare l’alimentazione in modo che non sia di ostacolo allo studio.
Ecco quali sono le regole d’oro da rispettare:

1 – Non saltare i pasti: dando molta importanza alla colazione, spesso non considerata seriamente dai giovani;
2 – Fare pasti leggeri: non appesantire la digestione ci consente di rimanere in forze senza sentirsi appesantiti;
3 – Fare degli spuntini: Sono consigliati 2 spuntini al giorno, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio, ricordandosi di fare spuntini con prodotti pieni di vitamine, che vengono consumate subito dal fisico;
4 – Mangiare legumi: poveri di grassi e ricchi di carboidrati buoni, possono aiutarti a saziarti senza essere troppo appesantito;
5 – Fare il pieno di antiossidanti: gli antiossidanti aiutano il fisico a gestire lo stress e a mantenere alto per più tempo il grado di concentrazione. I componenti antiossidanti negli alimenti si trovano nella frutta e nella verdura ricca di vitamina C ed E. come nella frutta secca, nei frutti di bosco, gli agrumi i broccoli, asparagi e piselli
6 – Bere acqua: prevenire lo stimolo della sete è importante, per la digestione è importante bere poco, ma costantemente in tutto l’arco della giornata. Ingurgitare 2 litri di acqua in un sol colpo non è salutare
7 – Staccare: E’ importante ricordarsi di separare i tempi dello studio con quello dei pasti. Inoltre avere una pausa giornaliera che ti consenta di fare un po’ di attività fisica sarebbe l’ideale per sollecitare il corpo aiutandolo a scaricare lo stress mentale dello studio.

Fonte: GrandiScuole.it

L’educazione alimentare approda su mezza Europa

17 febbraio 2012
Commenti disabilitati

Le statistiche indicano un aumento dei bambini e ragazzi con problemi di sovrappeso e obesità in tutti gli stati dell’Unione; i vari Ministeri dell’Istruzione Europei stanno cercando di correre ai ripari avvicinando i propri studenti alle abitudini del mangiare sano prendendo come esempio il regime alimentare della dieta Mediterranea.

L’educazione alimentare stà diventando una disciplina sempre più considerata nell’ Unione Europea. Attualmente sta aumentando l’inserimento della disciplina nei programmi scolastici nelle scuole primarie e secondarie di primo grado.

In Portogallo è già presente da vari anni tra gli insegnamenti curriculari e in Italia sarà inserita con l’inizio del 2012.

Lo scopo principale, oltre alla formazione, è quello di avvicinare i ragazzi al consumo di frutta e verdura in sostituzione delle merendine confezionate e snack grassi, alla sostituzione delle bibite gassate con più salutari succhi di frutta avvicinando il ritorno all’abitudine di bere l’acqua.

L’educazione alimentare verrà organizzata anche come attività extrascolastica, di conseguenza oltre che alle classiche lezioni frontali verranno organizzate iniziative che avranno lo scopo non solo di coinvolgere gli studenti, ma anche le loro famiglie, il personale scolastico, il mondo agricolo, della distribuzione, della vendita e della comunicazione.

Fonte: Tecnicadellascuola.it

Dal 2012 l’educazione alimentare entra in tutte le scuole medie

16 dicembre 2011
Commenti disabilitati

Dal primo gennaio 2012 entrerà in corso una nuova materia interdisciplinare per i ragazzi che frequentano la scuola media: l’educazione alimentare.

Tale argomento sarà introdotta con un approccio trasversale.
Nelle lezioni di scienze compariranno approfondimenti sulle caratteristiche degli alimenti, in quelle d’italiano invece sarà analizzato il lessico e la sintassi in ambito alimentare. Per la storia e la geografia si potrà parlare dell’evoluzione alimentare, sia nel tempo sia nello spazio e sulle caratteristiche fondamentali delle varie culture alimentari presenti al mondo.

Verranno anche organizzate delle uscite formative per capire la produzione del cibo e studiare il modello alimentare italiano, considerato ancora oggi tra gli esempi migliori da seguire.

L’Italia, pur avendo una posizione di vantaggio rispetto agli altri paesi, grazie alle tradizioni alimentari ben radicate e alle innovazioni nei prodotti e nei servizi offerti alle famiglie, riscontra, soprattutto nelle giovani generazioni, un aumento delle persone in sovrappeso (nel caso dei bambini il 22% sono in sovrappeso e ben l’11% è obeso) conseguenza di un progressivo disinteresse nello scegliere un regime alimentare sano ed equilibrato.

Fonte: La Stampa.

L’alimentazione corretta per il grande appuntamento con la maturità.

20 maggio 2010
Commenti disabilitati

Ecco i consigli dagli esperti.

La preparazione all’esame di maturità equivale ad un allenamento per una qualsiasi competizione atletica. Essa infatti richiede un equilibrio psico-fisico che si può raggiungere tramite un’alimentazione equilibrata, un po’ di attività fisica e con un buon ritmo sonno/veglia.
In questo modo si potrà arrivare a Giugno pronti per affrontare la prima prova e tutte le successive.
La formula da mai dimenticare è la 5 + 2 + 1 ovvero :
5 pasti distribuiti nell’arco della giornata;
2 il massimo di ore davanti ad un computer o alla tv
1 l’ dedicata al moto.
Il vantaggio di questa formula è che ne beneficerà anche il sonno.

In sostanza ecco dunque cosa raccomandano gli esperti:
-Niente diete prima degli esami: è importante fornire all’organismo carboidrati, proteine, zuccheri e grassi polinsaturi. Solo così, con una sana ed equilibrata alimentazione il cervello rimane allenato.

-Fare sempre la prima colazione: è raccomandato iniziare la giornata con una colazione ricca di carboidrati integrali pieni di fibra. L’ideale sarebbe cibarsi di biscotti, o in alternativa fette biscottate o cereali con un cucchiaino di marmellata, accompagnati da yogurt o latte.
In questo modo si evitano declini di attenzioni e memoria e ciascun ragazzo ha l’energia giusta per affrontare l’intera giornata.

-I Pasti che non possono mancare: un pranzo leggero, uno spuntino a metà mattinata e durante il pomeriggio, una cena che privilegi il pesce assieme ad una giusta dose di carboidrati e da tanta verdura.

-I cibi corretti e non : mangiare alimenti quali la pasta, il riso e il pane le verdure,i latticini,frutta e perché no un po’ di gelato. Tutti questi cibi aiutano il sonno e consentono all’organismo di rilassarsi per affrontare con la giusta energia e concentrazione la maturità.
Invece caffè, patatine in bustina, cioccolata possono provocare insonnia in quanto contengono sostanze eccitanti prime tra tutte la caffeina.

-Metodo per mantenere la calma: evitare lo studio di notte o fare la pausa quando si studia. Può essere utile uscire a fare una corsette invece di passare ore ed ore sui libri.
Infatti stare all’aria ossigena il cervello e consente di memorizzare i concetti appena studiati.
Quando l’esame si avvicina, è utile respirare profondamente, giocherellare con qualcosa, bere un bicchiere d’acqua e pensare che presto tutto finirà ed inizieranno le vacanze più che meritate.

Fonte: canali.kataweb.it

t>