Diploma Università
Home > Scuola, Tecnologia e Scuola > Internet emarginata: rifiutata una rete super veloce gratis per 220 scuole nel Sud Italia

Internet emarginata: rifiutata una rete super veloce gratis per 220 scuole nel Sud Italia

5 novembre 2014

Il GARR, il consorzio che gestisce una super rete in fibra ottica della ricerca scientifica in Italia, ha proposto a 260 scuole del Sud Italia di aderire alla sua rete e trovato i fondi per gli investimenti strutturali necessari per effettuare la convergenza.

Solo 40 presidi hanno risposto all’appello e aderito alla rete ultra veloce che viaggia fino a 1000 volte più veloce di una normale connessione adsl e che potrebbe rivoluzionare la didattica e accompagnare le scuole italiane nel futuro.

L’obiettivo è collegare le scuole di quattro regioni del sud: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e sfruttare i fondi raccolti e disponibili solo fino al 31 marzo.

L’adesione non è totalmente gratuita e richiede un investimento di 3000 euro per i costi di manutenzione dei 5 anni, ma il grosso della spesa per portare la tecnologia nelle scuole in media 20000 euro è coperto totalmente.

Le motivazioni portate dalle scuole che hanno rifiutato la proposta sono di tre tipi: non abbiamo internet e non ci interessa, abbiamo già una connessione adsl e ci basta, non abbiamo i 3000 euro.

Ad oggi la situazione è approdata sulla scrivania del ministro dell’istruzione, in un contesto di evoluzione digitale per la scuola dove si cercano soluzioni per portare la wi-fi nelle aule risulta alieno che una proposta portata da un ente non commerciale ma che supporta la ricerca vada a naufragare.

La navigazione nel web per le scuole, a quanto emerge ancora oggi, presenta sempre degli scogli inattesi.

Fonte: Repubblica

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT