Diploma Università
Home > Scuola > Il ministero dell’istruzione fissa i nuovi tetti di spesa per i libri di testo

Il ministero dell’istruzione fissa i nuovi tetti di spesa per i libri di testo

17 aprile 2009

Comunicati i costi che le famiglie dovranno sostenere per il prossimo anno scolastico

ROMA – Stabilite dal ministero le nuove fasce di spesa per i testi scolastici del prossimo anno tramite il decreto n. 41.

Nelle scuole primarie si partirà da meno di 19 euro per la prima fino a 41,44 euro per la quinta; nelle scuole medie inferiori la spesa varierà da 286 euro per la prima media , a 111 euro per la seconda fino ad arrivare a 127 euro per la terza.
I costi maggiori verranno sostenuti dagli studenti del liceo classico, dove l’acquisto dei testi scolastici costerà alle famiglie 320 euro per il primo anno e 370 per il terzo; diversa la situazione per le famiglie degli iscritti a istituti tecnici e professionali che dovranno sostenere spese decisamente inferiori.

La fascia di spesa stabilita per ogni classe di un indirizzo di studio può essere incrementata fino ad un massimo del 10%, con adeguate giustificazioni da parte del collegio dei docenti e l’approvazione del consiglio di istituto.

La normativa prevede che i contenuti dei testi attualmente diffusi non abbiano bisogno di nuove edizioni in quanto non ci sono state modifiche dal precedente programma didattico.
Stabilisce inoltre dei vincoli di peso per le nuove versioni stampate considerando che dal prossimo anno inizierà il passaggio dalle versioni cartacee a contenuti in forma mista, fino ad arrivare a quelle ottenibili tramite internet.

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT