Diploma Università
Home > Scuola > Il Consiglio dei ministri aiuta la scuola abruzzese

Il Consiglio dei ministri aiuta la scuola abruzzese

10 aprile 2009

In arrivo fondi per l’edilizia e confermata validità anno scolastico

Nella mattinata di ieri nel corso della riunione del consiglio dei ministri sono state definite misure importanti a favore delle scuole abruzzesi, colpite dal recente terremoto.

Il primo aiuto concreto è uno stanziamento di 110 milioni di euro per la ricostruzione delle strutture scolastiche colpite dal sisma.

Il ministro Gelmini ha inoltre chiarito che l’anno scolastico 2008/09 sarà ritenuto valido basandosi sulle attività formative svolte, anche se i giorni effettivi di lezione sono stati meno di 200.

Per non alterare la frequenza scolastica degli studenti abruzzesi le scuole della regione potranno ospitare alunni delle zone colpite dal terremoto; inoltre agli istituti abruzzesi saranno garantite la massima flessibilità per l’ organizzazione delle attività con modifiche del calendario scolastico e degli orari delle lezioni, anche con particolari modalità di svolgimento degli esami di stato.

L’ufficio scolastico regionale dell’Abruzzo ha stimato che 64 complessi scolastici sono stati coinvolti dal sisma e per questo chiusi in attesa delle verifiche tecniche: queste strutture si trovano tra L’Aquila (con 18 istituti presenti) e la provincia, da Onna a Paganica.

La protezione civile ha riferito che dei 64 complessi chiusi, al momento il 90% risulterebbe inagibile.

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT