Diploma Università
Home > Maturità, Scuola > Maturità 2009: piccoli consigli da parte dei professori.

Maturità 2009: piccoli consigli da parte dei professori.

1 agosto 2009

Qui di seguito ecco alcuni piccoli consigli per la prova d’italiano.

Quali sono le regole per affrontare il tema, prima prova dell’esame di maturità ?
Per prima cosa bisogna leggere e comprendere molto bene il titolo onde evitare di uscire dal contesto di questo.

L’obiettivo principale è quello di rimanere all’interno della traccia, senza perdersi in divulgazione di parole inutili. Il tutto deve essere fatto mantenendo la calma per evitare il possibile effetto tabula rasa.

Esiste però anche un altro segreto. Molte volte può sembrare che non si sappia nulla, ma basta concentrarsi e scrivere a raffica tutti i pensieri, anche sconnessi tra loro, che l’argomento suscita e riorganizzarli poi con una scaletta e dandogli un senso.

Ovviamente per capire se si è scelto l’argomento sbagliato serve un po’ di tempo: se passata un’oretta o un’oretta e mezza non si è ancora riusciti a produrre nulla, allora è il caso di cambiare traccia.

Prestare attenzione agli errori di grammatica è un’altra cosa fondamentale, perché eventuali errori di ortografia penalizzerebbero molto la valutazione.

Un altro errore da evitare è la concordanza in numero tra soggetto e verbo. Il segreto è quello di rileggere a voce molto bassa il tutto in modo tale che ascoltandosi si possano evitare le ripetizioni. Per questo è di fondamentale importanza l’uso del dizionario dei sinonimi che da armonia al testo.

C’è da far presente che tra le tipologie ,la B riguardante il saggio breve o articolo di giornale è la più gettonata, avendo 4 sottoambiti.
Inoltre, il titolo, in questa tipologia, è una tesi che deve essere sempre dimostrata dentro al testo. Il consiglio è quello di utilizzare, oltre ai documenti proposti, anche altre citazioni il tutto integrati con esempi per dimostrare la propria conoscenza trasversale.

Per quanto riguarda le tipologie C e D, storia ed attualità, bisogna prestare attenzione di non cadere nel piattume. Il tema di attualità è sempre il più pericoloso perché è facile perdersi in semplici banalità e con concetti detti e, molte volte, ripetuti.

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT