Diploma Università
Home > Maturità, Orientamento, Scuola > Il post maturità è sempre più un dilemma.

Il post maturità è sempre più un dilemma.

28 agosto 2009

Molti sono i ragazzi che prendono decisioni tardive.

Superato lo stress da maturità, esiste un altro ostacolo da sorpassare: la scelta di cosa fare dopo l’esame.
Sono sempre più gli studenti che, terminata la maturità, prendono decisioni sul proprio futuro solo una volta trascorsa l’estate. I motivi, sono riconducibili a:

Troppi drammi per l’esame: secondo un docente dell’università di Bologna, gli studenti drammatizzano troppo la maturità tenendo conto che le probabilità di non essere promosso sono comunque basse. Questo comporta un blocco delle scelte che andrebbero prese molto prima e con maggior energia.
Invece i risultati di un test effettuato su un campione di istituti, evidenzia come siano soprattutto i ragazzi e le ragazze dei licei Classici a prendere una decisione per tempo, infatti il 35,4% sceglie il percorso universitario prima dell’ultimo anno. Molti invece aspettano l’ultimo momento.

Poca informazione: Gran parte dei giovani al momento della scelta mostra incertezza e di non sapere tanto a cosa stanno andando incontro. Una situazione,questa, che rende più complessa la decisione e comporta uno sperpero di talenti in percorsi frammentati se non interrotti all’improvviso.
Ad ogni modo sono due ragazzi su tre che una volta usciti dalle superiori si iscrivono all’università. Una scelta che inizialmente ha avuto un’impennata(negli anni della riforma il 72,6 per cento) e che attualmente si è stabilizzata intorno al 66 per cento.
Sono più le ragazze dei ragazzi, soprattutto quelle del centro Italia, a scegliere l’università.
Secondo poi,l’ultimo rapporto Istat che prende in considerazione solo quelli che si iscrivono per la prima volta, i corsi maggiormente privilegiati sono quelli del gruppo economico-statistico (in 45 mila), quelli politico-sociali (35 mila), quelli giuridici (32 mila) e i diversi percorsi di ingegneria (31 mila).Sono solo 10 mila quelli che si azzardano ad iscriversi a corsi scientifici.

Le attitudini: La decisione presa dagli studenti post maturità si basa soprattutto su quello che piace di più, infatti la maggior parte di essi afferma che la predisposizione alla materia è risultato un fattore determinate per la scelta.
Gli altri aspetti che influenzano maggiormente la scelta sono legati alla qualità dei contenuti didattici ed alla varietà degli sbocchi lavorativi. Significativi anche, la qualità dell’organizzazione scolastica, il prestigio della professione cui si vuole accedere, la prosecuzione degli studi effettuati in precedenza, lo studio all’estero, l’innovatività del corso e la vicinanza alla residenza.

Il valore del web. I siti internet delle università sono il maggior punto di orientamento per i ragazzi che intendono proseguire gli studi. Ad essi seguono le guide stampate, le visite direttamente in sede e le opinioni di altri studenti universitari.

Scelta consapevole: derivante da esperienze di studio all’estero, stage ed il tirocinio. Elementi molto importanti che testimoniano quanto i docenti di quel determinato corpo di studio siano integrati a livello comunitario e siano capace di interagire con il mercato lavorativo e con le parti più dinamiche della società.

Fonte: repubblica.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT