Diploma Università
Home > Generale, Scuola > Si alle telecamere per fronteggiare gli atti vandalici.

Si alle telecamere per fronteggiare gli atti vandalici.

26 novembre 2009

Al via il progetto Scuole sicure.

VERONA – Il garante della privacy ha concesso la possibilità di installare un impianto di video sorveglianza presso una scuola di Verona. La realizzazione dell’impianto fa parte del progetto “Scuole sicure”, voluto dalla città con l’obiettivo di tutelare la sicurezza del patrimonio scolastico e di combattere gli atti di vandalismo e teppismo.

L’impianto prevede l’installazione di 6 telecamere in zone perimetrali esterne.
Le telecamere non inquadreranno i volti dettagliati delle persone, verranno segnalate da appositi cartelli e posizionati nelle vicinanze dei luoghi ripresi. Entreranno in funzione dalle 22,30 alle 6,30 e le immagini registrate verranno conservate su un server ed eliminate dopo 72 ore.
In caso di segnalazione di furti, atti di vandalismo o danneggiamenti le immagini verranno messe a disposizione della polizia e dell’autorità giudiziaria.

Tenendo conto delle finalità di tutela del patrimonio perseguite dal sistema, l’Autorità ha ritenuto che le modalità di attivazione e le caratteristiche tecniche sono in linea con i principi delle norme relative alla protezione dei dati personali, e conformi con quanto deciso dal Garante in materia di video sorveglianza.

E’ stato inoltre prescritto alla provincia l’utilizzo di misure specifiche per assicurare maggiori garanzie ad alunni, insegnanti e personale scolastico:
- limitato l’angolo di ripresa delle telecamere ai muri perimetrali dell’edificio;
- visualizzazione delle immagini consentita solo a polizia ed all’autorità giudiziaria;
- definiti in accordo con il preside gli orari di funzionamento delle telecamere in caso di attività all’interno della scuola che potrebbero partire e terminare in concomitanza con l’orario di attivazione delle telecamere;
-adottate misure che consentano la visibilità dei cartelli anche di notte.

L’Autorità ha spiegato ai diversi istituti della provincia che se le caratteristiche dei sistemi di video sorveglianza da installare coincidono con quelle autorizzate, non è necessario domandare un’ulteriore verifica preliminare.

Fonte:affaritaliani.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT