Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Tecnologia e Scuola > Test invalsi 2015, studenti italiani sempre a due velocità. Immigrati accelerano

Test invalsi 2015, studenti italiani sempre a due velocità. Immigrati accelerano

2 dicembre 2015

Stanno arrivando i primi dati sui testi invalsi di quest’anno, e in generale sembrano dello stesso tenore degli anni scorsi, per esempio confermano le differenze ‘croniche’ tra la preparazione degli alunni delle scuole del sud Italia e quelli del nord.
Ma emergono anche delle differenze: ad esempio, sebbene gli studenti stranieri siano comunque indietro rispetto agli autoctoni, questo divario sembra ridursi, specialmente se il confronto si fa tra gli italiani e i cosiddetti stranieri di seconda generazione, cioè quelli nati in Italia e che quindi hanno frequentato da sempre le scuole in Italia.
Secondo i dati del rapporto le differenze tra le varie regioni italiane sono molto piccole all’inizio delle elementari ma il divario si allarga in modo allarmante man mano che si sale con le classi, fino ad arrivare a differenze notevoli, sia in italiano che in matematica, tra le regioni del nord Italia e quelle del sud.
Nonostante certe polemiche che hanno circondato i test, l’istituto INVALSI ha già pianificato come evolverà nei prossimi anni, si prevede di rendere i test completamente informatizzati, in modo che sia possibile erogarli totalmente in automatico grazie ai computer. In questo modo si pensa che sarà anche possibile ridurre almeno in parte certi costi organizzativi.

Fonte: repubblica.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT