Diploma Università
Home > Generale, Scuola > La Guardia di Finanza blocca la clonazione dei libri scolastici.

La Guardia di Finanza blocca la clonazione dei libri scolastici.

8 ottobre 2009

Ora i presidi di 2 scuole private rischiano 3 anni.

GENOVA – La clonazione dei libri? Oramai è giunto il momento di dire addio. Infatti non sarà più cosi semplice per dirigenti e docenti fotocopiare testi scolastici e distribuirli agli studenti, anche se il tutto viene fatto gratuitamente in modo da aiutare le famiglie in difficoltà.

Il tutto è nato dall’indagine voluta dalle case editrici e dalle associazioni di categoria, ed ha coinvolto 2 istituti privati genovesi.
A quanto pare oltre a fotocopiare libri, i presidi li avrebbero rivenduti violando quindi il codice penale, il quale non consente la riproduzione di quanto tutelato dalle norme che risalgono al 1941.

L’indagine eseguita dalla Guardia di Finanza, ha consentito il sequestro di 1.300 dispense scolastiche, ottenute fotocopiando in modo illegale le pagine dei libri di testo più costosi.
Cosi facendo, secondo la ricostruzione fatta dalla GDF i corsi per il conseguimento del diploma o il recupero degli anni diventavano molto più allettanti per i genitori e gli studenti.

La pena legata alla duplicazione illegale a fini commerciali comporta la reclusione da 1 a 4 anni e la multa da 2.582,00 euro a 15.493 euro; mentre in caso di condanna è prevista la cessazione dell’esercizio o dell’attività svolta a partite da 3 mesi fino ad 1 anno.

Fonte: genova.repubblica.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT