Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Tecnologia e Scuola > E’ utile che i bambini continuino a scrivere a mano

E’ utile che i bambini continuino a scrivere a mano

5 agosto 2015

Secondo il parere di un noto professore di neurologia, anche nei tempi moderni di intensa digitalizzazione e uso dei computer, l’esperienza di imparare a scrivere a mano da parte dei bambini è fondamentale.
Rispetto alla scrittura manuale su un foglio, la scrittura tramite tastiera, ammette il professore, è un grosso vantaggio negli adulti perché consente una maggiore rapidità nella stesura dello scritto.
Da questa considerazione stanno nascendo pressioni per introdurre nelle scuole elementari l’insegnamento di questa forma di scrittura in luogo della più tradizionale a penna.
Ma il professore non è d’accordo e ricorda che sono stati compiuti studi che pongono delle obiezioni, sia per ragioni neurobiologiche che psicologiche.
Per esempio è stato evidenziato che il riconoscimento delle lettere è molto agevolato se il bambino impara a tracciarne la forma con la mano piuttosto che se si limita a premerne il relativo tasto sulla tastiera.
Secondo alcuni studi pare che anche la semplice lettura di testo scritto a mano attivi le aree del cervello responsabili delle attività motorie, cosa che non sembra accadere con le lettere stampate.
In altre parole, secondo i ricercatori esiste nel cervello un meccanismo particolare per cui l’osservazione di una azione faciliterebbe la sua percezione visiva, per questo motivo privare il bambino di tale stimolo ‘visivo’ lo può portare in qualche modo ad una certa forma di handicap.
Secondo il professore, a prescindere dagli studi neurologici in merito, esiste comunque anche un aspetto psicologico: la scrittura manuale, con la sua ‘lentezza’, consente di avere il tempo per una migliore organizzazione del pensiero, mentre una scrittura più rapida può portare ad una maggiore superficialità e ad usare più spesso espressioni stereotipate.
La conclusione è che la scelta tra insegnare la scrittura a mano o a tastiera fa parte di un sistema di scelte che alla fine influenzerà il modo in cui si svilupperà la società nel futuro.
Occorre decidere se si preferisce optare per un tipo di insegnamento volto più alla rapidità, e quindi alla quantità, a scapito della qualità, o se si ritiene invece più opportuno formare le future generazioni in modo che abbiano un maggior senso per la riflessione a lungo termine, e quindi presumibilmente una maggiore consapevolezza verso le conseguenze delle proprie scelte.

Fonte: La Stampa

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT