Diploma Università
Home > Generale, Scuole Superiori, Tecnologia e Scuola > Scuola, 1 studente su 7 allo scientifico non usa la calcolatrice

Scuola, 1 studente su 7 allo scientifico non usa la calcolatrice

15 luglio 2015

Sorprende il risultato di un’intervista agli studenti dei licei scientifici italiani: una buona percentuale di loro non possiede la calcolatrice.
Non solo, anche tra coloro che la possiedono molti non l’hanno mai usata in classe.
Il motivo principale è spiegato dagli studenti stessi: sarebbero i docenti a scoraggiare, o comunque non incentivare, l’uso di questo strumento.
Sembra una situazione un po’ paradossale, considerando quanto gli strumenti tecnologici siano così capillarmente diffusi e permeati nella società attuale, eppure questo può essere lo spunto per una riflessione.
Il Miur stesso consente l’uso della calcolatrice in certi esami, sebbene con alcune limitazioni, per esempio non deve essere programmabile, ma a parte questo non sembra ci sia una qualche intenzione di promuoverne effettivamente l’uso, o di valutare in qualche modo la capacità degli studenti di sfruttarne efficacemente le possibilità nella risoluzione dei problemi.
Secondo alcuni, la ritrosia di certi docenti verso l’uso delle tecnologie moderne è semplicemente dovuta ad una questione di abitudine, si insegna nello stesso modo in cui si è appreso, per cui i docenti di oggi non incentivano l’uso della calcolatrice perché loro stessi non erano incentivati quando erano ancora studenti.
A detta di certi esperti però, nella situazione attuale non dovrebbe assolutamente costituire un problema l’uso della calcolatrice durante gli esercizi, o anche gli esami, in quanto in generale questi sono soprattutto basati sulla verifica delle metodologie di soluzione dei problemi piuttosto che nel trovare semplicemente il ‘risultato finale’.
Tornando ai risultati del sondaggio, si nota che la stragrande maggioranza degli studenti che ha comprato una calcolatrice ne ha scelto una di tipo scientifico, pochissimi hanno optato per una più sofisticata di tipo grafico o per una più basilare tascabile.
Sempre parlando di numeri sembra che la calcolatrice sia più utilizzata nelle materie tecniche, come fisica, piuttosto che in matematica, e che si nota una certa disparità tra le preferenze maschili e femminili, i ragazzi tendono a volere una calcolatrice scientifica o grafica, mentre le ragazze sono più interessate ad una calcolatrice più essenziale tascabile.

Fonte: La Stampa

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT