Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Scuole Medie, Scuole Superiori > Inizia la scuola!

Inizia la scuola!

15 settembre 2009

Ecco tutto quanto c’è da sapere sul nuovo anno scolastico.

ROMA – Il ministro Gelmini ha presentato il Piano di Comunicazione riguardante la riforma delle scuole superiori.
Il ministero dell’istruzione ha individuato nelle web-tv, negli incontri provinciali, nei convegni nazionali e nella comunicazione on-line i canali ideali per il dialogo con la scuola.

L’obiettivo, oltre a creare un piano di comunicazione, dialogo e verifica con le scuole, è favorire la conoscenza completa dei contenuti della riforma.

Utilizzando le nuove tecnologie, tra il mese di Settembre e quello di Dicembre, verrà effettuato un confronto a tutto campo al fine di ottenere pareri e proposte riguardanti il riordinamento della secondaria superiore.
Il dialogo verrà portato avanti attraverso un canale web-tv.

Dal mese di Gennaio sino la fine dell’anno scolastico, si svolgerà un’attività di orientamento rivolto alle famiglie e agli studenti perché possano scegliere in modo consapevole l’indirizzo di studi più adeguato alle loro capacità.
La Gelmini ha precisato che non è previsto alcun rinvio delle iscrizioni, le quali dovranno essere fatte entro Gennaio-Febbraio.

Sono stati poi illustrate le principali novità che gli studenti si troveranno a partire dal loro rientro dalle vacanze: il maestro unico alle elementari, gli sms per comunicare le assenze ai genitori e la pagella digitale.

Nella scuola Primaria è il maestro unico sarà la figura di riferimento per i bambini. Sono state abolite le compresenze, mentre è stato confermato il tempo pieno.
Ogni quadro orario, da 24, 27, 30 o 40 ore, avrà il suo maestro unico di riferimento.
Tutto ciò ha portato ad un passaggio da 7.000 classi prime ,dell’anno 2008/2009, a più di 9.000 classi prime.
Questo aumento è stato anche possibile grazie all’impegno delle Regioni.

Per la scuola media è prevista la riformulazione dell’orario delle lezioni. Infatti si passerà ad una media di 30 ore settimanali. Questo permetterà una distribuzione razionale delle lezioni, eliminando insegnamenti facoltativi e opzionali.

Anche il tempo prolungato verrà riportato ad un orario normale di 30 ore e potrà essere autorizzato solo in presenza di requisiti strutturali e di servizi che rispondano alle aspettative delle famiglie.

Ci sono anche delle novità per gli esami di terza media: il voto finale dell’esame verrà calcolato con la media aritmetica delle prove orali, scritte e del voto di ammissione.

Per il Liceo le ammissioni all’esame di maturità verrà garantita a tutti gli studenti che avranno la sufficienza in tutte le materie, compresa la condotta.

Infine, le pagelle saranno consultabili direttamente on line dal sito delle scuole, inoltre tutte gli istituti saranno in grado di organizzare sistemi d’avviso ai genitori, tramite sms, quando i ragazzi non saranno presenti.

Fonte: newsway.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT