Diploma Università
Home > Generale, Orientamento > La scelta del lavoro la fanno i giovani… o i genitori?

La scelta del lavoro la fanno i giovani… o i genitori?

19 novembre 2014

In Italia il 54% dei giovani ammette di esser influenzato dai genitori sul proprio sviluppo professionale. Più della metà vorrebbe imparare ancora dalla famiglia e il 40% dei genitori ritiene di non aver dato abbastanza appoggio ai propri figli.

In altri paesi si registrano valori nettamente differenti come il 92% per l’India, il 76% per l’Australia, il 72% per gli Stati Uniti e il 62% per la Spagna. Dall’altra parte invece troviamo la Svezia con solo il 35%.

Nei paesi dell’Europa del sud, come l’Italia del resto, i genitori hanno una notevole influenza sui propri figli anche perché è la famiglia che fa l’investimento sul giovane. Il rischio di una situazione tale è che verranno portati avanti sempre e solo le professioni svolte anzitempo dai genitori, provocando, oltre ad uno squilibrio in campo professionale vista anche la continua variazione delle esigenze del mercato, una polarizzazione sempre più netta tra chi è stato consigliato dalla famiglia e chi no, anche a livello di possibilità lavorativi avranno sempre più facilità ad inserirsi nel mondo del lavoro mentre i secondi una crescente difficoltà.

Discorso differente è per il nord Europa, in questo caso non son i genitori ma è lo Stato che finanzia studi e affitti ai maggiorenni e questo implica automaticamente una maggior libertà dei giovani.

In Italia il 35% dei genitori è convinto di non trasmettere a pieno le competenze utili per affrontare il mondo professionale come:

- il problem solving (44%);
- la perseveranza (42%);
- l’integrità (39%);
- la capacità organizzativa e di gestione del tempo (37%).

Fonte: ilSole24Ore

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT