Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Università > “Sopravvivere” con i coinquilini

“Sopravvivere” con i coinquilini

12 dicembre 2013

Quando uno studente universitario decide di seguire il suo corso di studi in un’altra provincia lontano da casa deve sicuramente far i conti con dei coinquilini. Secondo una studio di Almalaure, gli studenti fuorisede in Italia sono circa il 25% del totale, ovvero uno studente su quattro si ritrova lontano da casa e a condividerne un’altra con ragazzi che, come lui, hanno lasciato la loro città.

Le regioni principali dove si registra un forte “flusso migratorio” sono le più piccole e quelle del sud, in particolare la Basilicata è la regione con il tasso più alto di fuorisede, mentre, al contrario, toscani, laziali e lombardi tendono a restare nelle loro zone.

La prima misura da adottare quando si va a convivere con degli sconosciuti è l’istituzione di semplici e pacifiche regole. Ovviamente il numero di conviventi aiuta, e meno si è meglio si sta. Ad esempio, una delle più importanti decisioni da prendere all’inizio è la scelta di un metodo di spesa: comune o individuale.
Nel primo caso ci sarà bisogno di un responsabile amministratore del fondo comune, nel secondo bisognerà dividere gli scaffali degli armadietti in cucina e i ripiani del frigorifero.

Altro punto veramente importante è la pulizia. L’inesperienza dovuta alla giovane età può trasformare la vostra piccola dimora in un porcile. Per evitare questo spiacevole avvenimento basta adottare dei piccoli riguardi. Inizialmente bisogna verificare le vostre qualità di domestici, e in caso negativo cercare qualcuno che venga da voi, almeno una volta a settimana, a pulire. Se non avete soldi da spendere in questo, non vi resta che rimboccarvi le maniche e con un po’ di olio di gomito pulire tutto ciò che c’è da pulire, magari a turno in modo da non creare ulteriore confusione e non farsi pesare troppo le faccende di casa.

Per scoprire altri trucchi per sopravvivere in una casa condivisa potete chiedere aiuto ai social e a blog come “Roba da coinquilini”, piccolo sito dedicato al mondo dei coinquilini ricco di suggerimenti sulla buona sopravvivenza e convivenza.

FONTE: skuola.net

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT