Diploma Università
Home > Generale, Laurea, Maturità, Scuola, Scuole Superiori, Università > Nuove regole per i test di ammissione alla facoltà di Medicina

Nuove regole per i test di ammissione alla facoltà di Medicina

30 maggio 2013

L’ultimo decreto pubblicato dal Ministero dell’Istruzione riguarda le modalità di svolgimento dei test di ammissione per le facoltà a numero chiuso (Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura e Professioni Sanitarie).
A partire da quest’anno il voto di maturità contribuirà alla valutazione del test di ingresso delle facoltà. Nel caso in cui il voto di maturità sia superiore all’80, si potrà accedere al test di ingresso e varrà al massimo il 10 per cento del risultato del test stesso, da 4 a 10 punti in base alla tabella di corrispondenza che verrà pubblicata entro il 31 maggio sul sito del ministero. Alle domande del test saranno riservati un massimo di 90 punti.

Per la facoltà di medicina, a partire dal prossimo 23 luglio, le domande del test di ammissione saranno 60 anziché 80 e si suddivideranno in:

  • 5 di cultura generale;
  • 25 di ragionamento logico;
  • 14 di biologia;
  • 8 di chimica;
  • 8 di fisica e matematica.

il tutto da svolgere in un tempo massimo di 90 minuti (e non 120 come in precedenza).
Inoltre ogni risposta corretta varrà 1,25 punti ed ogni errata 0,4.

Nel caso in cui uno studente non riuscisse a rientrare nel numero previsto di posti per l’ateneo in cui ha svolto la prova, ma il suo punteggio rientrasse nel numero di posti totali a livello nazionale, sarà prenotato per un posto in un altro ateneo.

A differenza dell’anno passato le facoltà a numero chiuso hanno subito una differenza nei posti disponibili:

  • 10.021 per Medicina;
  • 8.640 per Architettura;
  • 825 per Veterinaria;
  • 954 per Odontoiatria.

FONTE: Repubblica.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT