Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Tecnologia e Scuola > La scuola americana di Milano

La scuola americana di Milano

8 febbraio 2013

Opera è uno dei numerosi comuni intorno a Milano, in cui è situata l’American School of Milan, dove si incrociano studenti di cinquanta origini diverse e la tecnologia non è né una chimera ma parte di un progetto per imparare a competere.

Novità tecnologia è il nuovo Motion Picture Arts Studio presente nella scuola, costituito da un efficientissimo set per le riprese con green screen e un laboratorio di post-produzione.

Questa recente innovazione è solo l’ultima di una serie di miglioramenti per stare al passo dei tempi, sono infatti presenti all’interno dell’istituto lavagne digitali in tutte le classi, aule interconnesse, la figura di technology coach, al servizio dei docenti, e, infine, il laboratorio di cinema, arrivato grazie ai fondi raccolti presso la propria community e il sostegno di privati come Adobe e Dell in occasione del cinquantesimo anniversario dell’istituzione.

Lo schermo verde consente di sovrapporre in tempo reale riprese dal vivo e sfondi precedentemente digitalizzati.

Le riprese girate a scuola, vengono successivamente elaborate tramite la fase di montaggio, video ritocco, inserimento di colonne sonore. I risultati, ha spiegato il docente di cinema e arte digitale Zachary Roper, vengono poi presentati a Parigi per l’European Student Film Festival.

Questo modello didattico è applicabile anche nelle nostre scuole pubbliche? teoricamente sì, ma nella pratica no. La scuola americana è privata, sovvenzionata dalle rette ma anche dalle donazioni generose che arrivano, persino dagli ex studenti. L’istituto coltiva relazioni con il territorio e con le aziende come Adobe e Dell che contribuiscono nell’ottica di partnership strutturate e a lungo termine.

Gli studenti già a partire dai cinque anni, sono dotati di computer portatili usati sotto la guida degli insegnanti. Dalla prima media in poi il computer è a carico delle famiglie.

Anche la didattica è creata “su misura” e prevede molto sport, praticato in due grandi palestre, laboratori di chimica e fisica, aule di musica ed esperienze di teatro, c’è perfino un’aula, a uso esclusivo degli studenti arredata con poltrone sofà e attrezzata con macchine da caffè per i momenti di relax.

FONTE lastampa.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT