Diploma Università
Home > Generale, Laurea, Scuola, Università > L’università è inutile, laureati in calo

L’università è inutile, laureati in calo

30 gennaio 2013

Secondo uno studio americano, nel 2020 saranno circa 18 milioni in meno i ragazzi che arriveranno a laurearsi. Sfiducia verso le opportunità di lavoro che una laurea può offrire? La risposta è ovviamente sì, visto che anche settori come Economia, Ingegneria e Informatica lamentano un eccesso di laureati rispetto alla richiesta.

Il quotidiano La Repubblica non fa che confermare il fatto che per i laureati oggi è dura trovare lavoro, e finchè le cose non cambieranno sarà sempre peggio.

Già adesso si può notare una diminuzione degli iscritti all’università, il che conferma il trend negativo che riporta la ricerca americana.

La soluzione per un laureato potrebbe essere la fuga all’estero perchè altre alternative sono difficili da trovare infatti anche le discipline più promettenti come Economia bancaria, ingegneria civile, informatica, meccanica e civile, scienze economico aziendale, farmacia, e in discipline sanitarie iniziano a soffrire di una contrazione della domanda di lavoro.

Come comportarsi allora? C’è chi suggerisce di puntare e riscoprire vecchi lavori come quello agricolo oppure buttarsi sulle facoltà umanistiche che sembrano un punto a favore per i giovani di oggi. Scoraggiante e non di aiuto, è sentire il ministro Fornero esser convinta che oggi laurearsi non serva più. Chi vorrebbe affrontare anni di studio per poi finire in un call center?

FONTE skuola.net

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT