Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Scuole Superiori > La pubblicità appare anche nei libri scolastici

La pubblicità appare anche nei libri scolastici

25 gennaio 2013

Tod’s, iPhone e McDonald’s campaiono nel libro di tecnologia delle medie, ma la casa editrice si difende sostenendo di aver messo tali immagini solo per mostrare esempi concreti del made in Italy.

L’ oggetto incriminato è un libro di tecnologia edito dall’Istituto Italiano Edizioni Atlas. Nella parte inerente alle tecniche di lavorazione del cuoio e della pelle, compaiono le scarpe Tod’s, in quello sulle etichette alimentari, vengono mostrati i pacchi di farfalle della Barilla. L’iPhone è il simbolo che si trova nella sezione dedicata ai cellulari e, quando si parla di fotocamere digitali, spunta una reflex Nikon.

Si tratta dunque di una violazione dell’insieme di regole di comportamento che gli editori di libri scolastici sono tenuti a rispettare? Secondo la casa editrice nessuna violazione perchè le immagini sono solo espliciti riferimenti a settori produttivi dei giorni nostri che rappresentano per gli studenti esempi concreti e riconducibili alla loro vita quotidiana.

Studiare un libro che non abbia immagini può essere noioso, perché grazie alle foto e ai disegni è più facile imparare. Ma le immagini potrebbero essere utilizzate come pubblicità occulta per attirare l’attenzione ed indurvi a desiderare l’oggetto raffigurato e a comprarlo?

FONTE skuola.net

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT