Diploma Università
Home > Corsi Formazione, Generale, Maturità, Orientamento, Scuola, Tecnologia e Scuola > ITS, l’alternativa dopo il diploma

ITS, l’alternativa dopo il diploma

31 ottobre 2012

Nasce in Italia una nuova alternativa per i ragazzi che finiscono le scuole superiori, questi sono gli ITS (Istituti Tecnici Superiori). Sono delle scuole post diploma che anno una durata biennale improntate sulle conoscenze tecniche per realizzare personale specializzato in varie materie tecnologiche, risorsa da sempre ricercata nelle aziende italiane e non solo. Difatti gli ITS esistono in Europa da decenni hanno avuto una grande importanza nella formazione dei tecnici specializzati indispensabili nel mondo del lavoro. Attivati l’anno scorso, 59 quelli aperti finora nel Paese: i primi tecnici superiori con tanto di titolo di studio usciranno dagli Istituti a metà del 2013. Frutto di collaborazioni e confronti tra Ministero, Confindustria, le regioni e i sindacati per sottolineare il legame formazione-lavoro, dal punto di vista giuridico gli Istituti sono fondazioni di partecipazione costituiti da enti, pubblici e privati: un istituto di istruzione secondaria superiore, capofila del progetto e destinatario dei fondi ministeriali, una struttura formativa accreditata dalla Regione per l’alta formazione, almeno un’impresa del settore produttivo cui si riferisce l’istituto tecnico superiore, un dipartimento universitario o un centro di ricerca e un ente pubblico locale.
Sei le aree tecnoclogiche di specializzazione degli Its, giudicati prioritari per lo sviluppo economico del Paese:

- Efficienza energetica;
- Mobilità sostenibile;
- Nuove tecnologie della vita;
- Nuove tecnologie per il made in Italy;
- Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali;
- Tecnologie per l’informazione e la comunicazione.

Fonte: LaStampa.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT