Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Scuole Medie, Scuole Superiori > Come dire ai genitori che la pagella fa schifo

Come dire ai genitori che la pagella fa schifo

8 agosto 2012

Immagina di essere al termine del primo quadrimestre. La tua pagella è davvero brutta. Oltre che a svolgere un lavoro personale di coscienza per capire sul perchè vai così male a scuola, hai il dovere di avvisare i tuoi genitori che dovranno firmarla e quindi saranno in qualsiasi caso a conoscenza del tuo rendimento scolastico.

Come bisognerebbe comportarsi in questi casi?

1) Chiedi Scusa: La prima cosa da fare è chiedere scusa. I tuoi genitori spendono soldi, faticano e ti seguono nel tuo cammino scolastico quindi la prima cosa da fare per farti perdonare i brutti voti è chiedere scusa. “Scusatemi se mi sono impegnato poco”, “Scusatemi se vi ho deluso” potrebbero essere le frasi giuste da pronunciare

2) Sii sincero: La prima regola per non far arrabbiare i genitori è non mentire! Non cercate di nascondere la pagella o di falsificare i voti. Prima o poi verrete beccati e allora sì che saranno guai.

3) Prometti che recupererai al secondo quadrimestre: Devi dimostrare ai tuoi genitori che sei una persona affidabile. Mostrati responsabile e pentito e prometti loro che recupererai tutti i brutti i voti al secondo quadrimestre. Fai capire a mamma e papà che ti impegnerai da subito e che non rimanderai all’ultimo momento.

4) Prometti di rinunciare a qualcosa: Quando dirai ai genitori della tua brutta pagella prometti loro che studierai di più e che rinuncerai a qualcosa. Ad esempio potresti dire che farai a meno di andare a quella festa di compleanno a cui tieni tanto perché ritieni sia meglio rimanere a casa a studiare. Oppure rinuncerai a un aperitivo o a una cena in pizzeria. Cerca di far capire ai tuoi genitori che per recuperare i brutti voti sei disposto a fare dei sacrifici.

5) Chiedi di fare ripetizioni: Se pensi di non potercela fare da solo a recuperare chiedi ai tuoi genitori di fare ripetizioni private. Non ti preoccupare se spenderanno dei soldi, gradiranno sicuramente la tua volontà di recuperare le insufficienze con lezioni in orari extrascolastici. Se ritieni che la tua famiglia non possa spendere soldi per le ripetizioni chiedi ai tuoi genitori di poter studiare insieme a un amico, parente o conoscente che è specialista di determinate materie.

Fonte: Studenti.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT