Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Scuole Medie, Scuole Superiori, eventi > Nelle scuole siciliane addio alle bibite gassate, arrivano le spremute d’arancia

Nelle scuole siciliane addio alle bibite gassate, arrivano le spremute d’arancia

25 gennaio 2012

Il consiglio della regione Sicilia, sfruttando una norma della legge sull’agricoltura approvata dall’A.R.S., è riuscito ad inserire in tutti i distributori automatici di bevande degli istituti siciliani succhi di frutta e spremute d’arancia al posto delle bevande gassate.
La novità ha preso grande apprezzamento da parte di tutti grazie ai vantaggi alimentari ed economici derivanti da una scelta di questo tipo. Il governatore della regione Sicilia, Raffaele Lombardo dichiara felice che “Non sono contro la Coca-Cola ma sono contro tutte le bevande gasate che costano il doppio e non fanno bene alla salute. Sono a favore del bere e mangiare sano, sono perché si beva e si mangi siciliano, i prodotti tipici e non tipici”. Secondo il Governatore “se i nostri direttori d’ospedali, i nostri presidi delle scuole piuttosto che consentire la vendita di bevande gassate alla base di squilibri metabolici, dell’obesità molto spesso, consentissero che si facesse la spremuta dell’arancia, darebbero una mano notevolissima alla nostra economia, e aiuterebbero la salute dei nostri giovani”.
Il plauso dell’iniziativa è avvenuto anche dall’associazione “Libera”, pronta a fornire immediatamente le scuole di spremuta d’arancia grazie ai consorzi che producono agrumi con gli aranceti confiscati alla mafia.

Fonte: TecnicadellaScuola.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT