Diploma Università
Home > Corpo Docenti, Generale, Scuola > I tagli alle gite scolastiche mettono in crisi gli albergatori

I tagli alle gite scolastiche mettono in crisi gli albergatori

15 febbraio 2011

Dopo la riforma, la maggior parte dei docenti non è più disponibile ad accompagnare i ragazzi in gita.

Gli albergatori e le agenzie di viaggio se ne sono accorti, senza le consuete gite culturali organizzate dalle scuole gli introiti sono diminuiti sensibilmente.
I docenti protestano perché la riforma Gelmini ha rimosso anche la loro indennità di trasferta, e così non ci stanno più a prendersi la responsabilità di portare i ragazzi in gita.
Ma ci sono anche altre motivazioni, in alcune scuole i presidi hanno scelto la ‘linea dura’ verso gli studenti di fronte a certi atti di vandalismo gratuiti.
Alcuni direttori dei musei e amministratori di agenzie di viaggio hanno anche scritto al ministro, ma non sembra sia servito.
Non tutti gli studenti sono contenti di saltare le gite scolastiche, ma non possono comunque far nulla senza professori disposti ad accompagnarli.

Fonte: La Repubblica

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT