Diploma Università
Home > Corsi Laurea, Generale, Orientamento, Scuola, Università > Le materie che non piacciono all’università

Le materie che non piacciono all’università

6 agosto 2010

Statistica, antropologia e geografia sono le materie che piacciono di meno agli studenti universitari.
La prima serve a comprendere i fenomeni sociali e ad avere dati su cui basare le scelte.
La seconda consente di accedere alle regole profonde che governano le società umane.
La terza svela forme e colori del pianeta in cui viviamo.
Ma ai nuovi studenti dell’università, ai giovanissimi che si affacciano nelle stanze del sapere, non piacciono per nulla.
Statistica, antropologia e geografia sono agli ultimi posti della “classifica di gradimento” di chi si appresta a entrare negli atenei italiani.
A indicarlo è uno studio realizzato da un consorzio che coinvolge 60 atenei italiani.
Invece, le materie più presenti nei programmi di studio dei corsi universitari sono soprattutto quelle giuridiche.
In un periodo caratterizzato da così tanto fervore tecnologico com’è quello in cui viviamo, questi dati fanno riflettere.
Si profila l’idea che ci siano dei problemi nei servizi di orientamento, che le scuole non siano in grado di far comprendere al meglio il senso dei vari percorsi di studio tra cui gli studenti sono chiamati a scegliere.
E’ preoccupante scoprire che la metà degli studenti diplomati, al termine del corso di studi, dichiara che non rifarebbe la stessa scuola.
Questi dati fanno comprendere quanto sia ancora sottovalutata ma molto importante la funzione di orientamento, per evitare il peso delle scelte sbagliate che ricadrebbe non solo sugli studenti ma alla lunga anche sulla società.

Fonte: La Repubblica.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT