Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Tecnologia e Scuola > Studenti a lezione di risparmio energetico

Studenti a lezione di risparmio energetico

15 luglio 2010

Accordo tra il MIUR e L’Eni per la realizzazione di progetti per diffondere “la cultura dell’efficienza energetica e incentivare l’utilizzo consapevole e rispettoso delle fonti di approvvigionamento”

Gli studenti andranno a lezione di “risparmio energetico” grazie all’accordo firmato tra il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini e l’amministratore delegato di Eni Paolo Scaroni, per la realizzazione di progetti da realizzare nelle scuole italiane per diffondere “la cultura dell’efficienza energetica e incentivare l’utilizzo consapevole e rispettoso delle fonti di approvvigionamento”.

Il ministro Gelmini a tenuto a sottolineare che “questo primo protocollo, punta a favorire tra i giovani corretti stili ambientali” ed ha come obbiettivi quello di “diffondere tra i giovani l’interesse per lo studio delle discipline scientifiche, la cultura dell’efficienza energetica  incentivare l’utilizzo consapevole e rispettoso delle fonti di approvvigionamento.

L’accordo raggiunto, che avrà durata di tre anni prevede il sostegno al Piano per l’innovazione digitale nella scuola, in particolare i progetti cl@ssi 2.0 ed il piano LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) , attraverso la progettazione e la realizzazione di contenuti digitali multimediali sui temi dell’energia o più in generale scientifici.

I contenuti multimediali, verranno realizzati da esperti nelle varie discipline e saranno indirizzati a tutti  i livelli scolastici, dalle elementari alle superiori.

Eni, inoltre , sosterà le azioni del ministero in ambito del plurilinguismo, con la creazione di contenuti multimediali e percorsi di formazione in lingua inglese, con metodologia CLIL (content and Language Integrated Learning).

L’amministratore delegato di Eni, Scaroni, ha affermato che “Il tema del risparmio energetico è , per Eni, uno dei temi più importanti. Il risparmio energetico e l’utilizzo responsabile sono la risposta che ognuno di noi può dare all’inquinamento all’effetto serra e alla consapevolezza che un bel giorno gli idrocarburi finiranno.”

fonte  lastampa.it – Scuola

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT