Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Tecnologia e Scuola > Arriva 150 digit, il nuovo modo di fare scuola

Arriva 150 digit, il nuovo modo di fare scuola

3 giugno 2010

Si tratta di una piattaforma online che consente la comunicazione tra studenti e docenti in ambiente 3D

Italia 150 ha recentemente un anticipo di quella che sarà la scuola del futuro. Una scuola altamente tecnologica alla cui realizzazione stanno lavorando lo stesso Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

E’ stato presentato 150 DIGIT, una nuovissima piattaforma online. Si tratta di un grande ambiente di comunicazione in 3D in cui tutti i docenti e gli studenti d’Italia potranno raccontare la loro visione dell’Italia nella prospettiva d’immaginare il Paese del futuro, in occasione del 150/o anniversario dell’Unità d’Italia.

Attraverso l’utilizzo dell’Augmented Reality, lo strumento per professori e studenti in cui si esercita il massimo di interazione tra mondo reale e dimensione digitale, e delle superfici interattive come le LIM (le lavagne interattive), 150 DIGIT permetterà a studenti ed insegnanti di conoscere in anteprima i contenuti di Esperienza Italia, l’evento di 250 giorni che si sta preparando a Torino per festeggiare l’anniversario del 2011.

150 DIGIT è uno spazio online nel quale gli istituti potranno creare le proprie attività sul 150/o anniversario partendo dagli stimoli proposti, come ad esempio accedendo ad un archivio di risorse digitali per consultare e arricchire ciò che è stato preparato in classe oppure comunicando e condividendo racconti ed esperienze con altri istituti che stanno lavorando sugli stessi temi in una sorta di “laboratorio 2.0″ in cui si apprenderà e lavorerà in modo molto cooperativo.

150 DIGIT consentirà la connessione con lo Spazio Scuole che nel 2011 sarà collocato nelle Officine Grandi Riparazioni, il cuore pulsante dei festeggiamenti. In oltre 2.000 metri quadrati dedicati ai ragazzi, le classi di tutta Italia si ritroveranno per presentare gli esiti del lavoro di avvicinamento al 150/o anniversario fatto negli anni precedenti.

FONTE: Sophia.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT