Diploma Università
Home > Generale, Tecnologia e Scuola, Università > Pensionare il libretto esami?

Pensionare il libretto esami?

14 maggio 2010

Questa la proposta di Alma Mater. Elevato costo e sorpasso tecnologia le motivazioni

BOLOGNA – Ciao libretto. Non sei più al passo con i tempi e inoltre sei sempre più costoso. Questo il pensiero che “gira” all’Alma Mater dove si sta seriamente considerando di eliminare uno dei simboli dello studente universitario. La proposta, è ancora nella fase iniziale, ma è già stata presentata in commissione Didattica.

Il libretto è infatti considerato uno strumento obsoleto per tener traccia degli esami superati, inoltre è inutile in quanto privo di valore legale come documento di riconoscimento, e sorpassato dalla tecnologia. Un futuro vicino, poiché già da tempo chiunque decidesse di laurearsi a Bologna ha a propria disposizione un badge elettronico per verbalizzare gli esami e una serie di strumenti on line per tenere monitorato il proprio curriculum universitario.

Di fatto l’abolizione del libretto è strettamente legata a necessità di risparmio. Ogni anno pesa parecchio sulle casse dell’ateneo, con 100 mila euro di spesa. E considerando i tempi bui che attendono le università italiane ( scomparsa di circa 40 milioni di euro di finanziamenti statali ), la decisione pare irrevocabile.

Ma nelle prossime settimane arriverà un ulteriore problema sul tavolo della commissione : la decadenze degli studenti fuori corso. La questione riguarda soprattutto gli studenti delle facoltà mediche, che dopo un diverso numero di anni fuori corso, vengono dichiarati decaduti e sono costretti di nuovo ad iscriversi, ed a rifare i test d’ingresso dove previsto.

Fonte: Corriere di Bologna.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT