Diploma Università
Home > Corpo Docenti, Generale, Scuola, Scuole Medie, Scuole Superiori > La Liguria perderà 491 docenti

La Liguria perderà 491 docenti

18 aprile 2010

Dal vertice del ministero è scaturito che Genova perderà 270 insegnanti il prossimo anno. La diminuzione è del 3,49%, nonostante il piccolo incremento di studenti alle Superiori.

LIVORNO – Dal settembre prossimo gli istituti liguri perderanno 491 posti di insegnamento, anche se in tutta la regione il numero degli alunni si mantiene pressoché stabile. Addirittura con un segno positivo nelle scuole superiori della provincia di Genova, grazie ai figli degli extracomunitari che arrivano dalle Medie.

La notizia dell’ennesimo taglio è stata confermata dalla direttrice dell’Ufficio Scolastico Provinciale (l´ex Provveditorato agli Studi). Recentemente i vertici delle scuole italiane sono stati convocati a viale Trastevere, e proprio li la direzione del ministero dell’Istruzione ha presentato la bozza di circolare che taglia 25.558 docenti in tutta Italia, con una percentuale di ridimensionamento del 3,96%.

Nelle diverse regioni i posti tagliati variano a seconda delle condizioni territoriali e dei tagli già praticati in precedenza: per cui si va da un massimo del 5,32% della Calabria ad un minimo del 3% in Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Lombardia. La Liguria è attestata al 3,49%.

Tra il capoluogo ligure e provincia vengono tagliati 270 docenti, distribuiti tra scuola materna, elementare, media e superiore. Una vera batosta, se si aggiungono i 770 posti tagliati lo scorso anno.

Anche la direttrice dell’Ufficio Scolastico Provinciale rimarca che si tratta di una bozza che potrebbe essere modificata, ed assicura che i tagli verranno pressoché compensati da 450 dipendenti che hanno presentato domanda di pensionamento e che il 31 agosto prossimo saranno collocati a riposo.

Il bilancio tra personale in uscita e quello tagliato dalla Legge Finanziaria è una sorta di blocco del turnover, e per i sindacati di categoria penalizza ancora di più i precari, i 1704 insegnanti che l’anno passato sono stati nominati supplenti annuali e che dal prossimo settembre rischiano di non essere riconfermati.

Tutto questo anche se nel genovese si sono già iscritti 491 studenti in più nelle superiori, meno 157 nelle medie e 12 in più nella scuola primaria.

La direttrice dell’Ufficio Scolastico precisa che non sempre il numero di alunni in aumento corrisponde ad un maggiore numero di classi in quanto molte volte gli allievi sono sparsi sul territorio in modo non omogeneo, in scuole e in comuni decentrati; ma anche nei diversi indirizzi delle scuole superiori. Tanto che il numero corretto degli organici verrà perfezionato non appena le diverse scuole comunicheranno alla Direzione Scolastica Regionale il quadro delle classi da formare.

Fonte: Repubblica

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT