Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Scuole Medie, Scuole Superiori > Nelle scuole italiane esplode il 5 in condotta

Nelle scuole italiane esplode il 5 in condotta

1 marzo 2010

Sono circa 63mila le insufficienze nel primo quadrimestre.

ROMA – Un incremento del 21% rispetto ai 52.344 voti negativi dello scorso anno, ma anche nelle materie di studio la situazione non è delle migliori. Infatti sono tre studenti su quattro ad avere almeno un voto negativo alle superiori.

Matematica e l’inglese si confermano le bestie nere dei nostri studenti. Questi sono i dati che resi noti dal monitoraggio del ministero dell’Istruzione relativamente ai risultati degli scrutini del primo quadrimestre dell’anno scolastico in corso delle scuole di primo e secondo grado.

Come detto in precedenza, le materie dove si concentrano le maggiori insufficienze sono soprattutto la matematica, inglese, la seconda lingua e l’italiano. Nei licei e negli istituti tecnici i risultati degli scrutini hanno visto un aumento degli studenti con almeno una insufficienza: si è infatti passato dal 74% al 76%. Ai professionali si è passati dal 81,3% dello scorso anno al 82,7% di oggi. Mentre per i tecnici dal 79,3% al 80,3%. Più dietro rimangono l’istruzione artistica e gli ex magistrali. Al linguistico le insufficienze sono passate dal 58,4% al 59,1%, mentre allo scientifico ed al classico si è toccato rispettivamente il 67,1% ed il 62,6%.

Rimane comunque la matematica, la disciplina sulla quale bisognerà lavorare di più nel prossimo quadrimestre. Il 60,2% delle lacune si è registrato soprattutto con algebra, geometria e affini.

Le insufficienze in matematica sono quasi il 17% del totale, quelle nelle lingue straniere sono il 16,1% mentre per italiano sono il 12%.

Ma il maggior numero di insufficienze si registra al terzo anno della scuola superiore: il 77% dovrà colmare qualche carenza.

fonte: ilsole24ore.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT