Diploma Università
Home > Generale, Scuola, Scuole Superiori > La provincia di Siena stanzia 300 mila euro per il diritto allo studio.

La provincia di Siena stanzia 300 mila euro per il diritto allo studio.

27 febbraio 2010

300 saranno le borse di studio da 1.000 euro l’una per i figli di genitori disoccupati, in mobilità o in cassa integrazione. Le domande dovranno essere fatte ai Centri per l’Impiego della Provincia entro il 31 marzo.

SIENA – Trecentomila euro, è la quota totale concessa alle famiglie in difficoltà a causa della crisi economica, in modo che i figli non debbano abbandonare gli studi e possano continuare il proprio percorso formativo. E’ stata questa la misura straordinaria attuata dall’Amministrazione Provinciale di Siena per il prossimo anno scolastico.

Si tratta di un bando straordinario che metterà a disposizione 300 borse di studio, ciascuna del valore di 1.000 euro, e dedicate ai figli di genitori disoccupati, in mobilità o in cassa integrazione ed esteso ai nuclei familiari monogenitoriali in condizioni di difficoltà economiche.

Il requisito fondamentale per poter ambire a questo contributo sarà il reddito (ISEE), oltre alla residenza o domicilio della famiglia nella provincia senese.

Il bando straordinario è dedicato solamente agli studenti delle scuole superiori poiché alcuni dati mostrano come in questa fascia si abbia il maggiore tasso di abbandono dedicato agli studenti della scuola superiore.

Potranno quindi beneficiarne tutte le famiglie, italiane e non, che risiedono nella provincia e che rientrano nei limiti di reddito indicati. Il controllo che assicurerà il giusto utilizzo dei mille euro di finanziamento avverrà tramite la conferma dell’iscrizione a scuola dello studente e della sua frequenza dei corsi.

Il bando è già presente sul sito della Provincia e le domande devono essere presentate entro il 31 marzo 2010.

Fonte: sienafree.it

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT