Diploma Università
Home > Generale > L’esame di terza media non subirà alcun cambiamento

L’esame di terza media non subirà alcun cambiamento

21 maggio 2009

E’ terminato finalmente il rebus che per giorni ha tenuto i ragazzi sulle spine.

Il ministero dell’Istruzione ha finalmente reso noto il metodo di valutazione per i ragazzi che sosterranno gli esami di stato. Non ci saranno quindi i tosti esami di licenza media preannunciati dal ministro Gelmini.

Ecco quindi i punti chiave del metodo di valutazione:

Ammissione: Il consiglio di classe si riunirà e “deciderà il futuro” di ogni ragazzo tenendo conto che saranno solo ammessi gli alunni che riportano valutazioni dai sei decimi in su in ogni disciplina, insieme alla condotta e che abbiano preso parte a tre quarti delle ore di lezione previste dalla scuola.

Prove scritte: Saranno decise dalla commissione composta dai professori interni, eccetto il presidente che sarà esterno. Le prove saranno tre (Italiano, Matematica e Lingua straniera) o quattro, nel caso in cui la commissione decida di fare svolgere due prove separate per le due lingue straniere eventualmente svolte durante l’anno.
Il test Invalsi (su Italiano e Matematica), introdotto la scorsa estate sarà anch’esso una prova scritta. Una piccola novità è che quest’anno, contrariamente allo scorso,il risultato del Test nazionale contribuirà alla valutazione finale dell’alunno.

Valutazione: Verranno utilizzati i voti in decimi. Non ci saranno lodi e medie aritmetiche. Saranno le singole scuole a stabilire la valutazione finale, la quale verrà poi pubblicata nell’albo della scuola.

Segnala questo post:
  • Print
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT