Diploma Università

Al via i test di ammissione per le facoltà a numero chiuso

31 agosto 2010
Commenti disabilitati
Stupid Exam.
Image by purplepick via Flickr

Al via i test di ammissione: iniziano gli aspiranti dottori.

Si inizia giovedì 2 settembre con la prova di medicina e chirurgia, 80 domande a risposta multipla da rispondere in 2 ore:quaranta di cultura generale e ragionamento logico, diciotto di biologia, undici di chimica e undici di fisica e matematica. I posti disponibili sono 8.755 , ma i candidati sono circa 90 mila.

Si continua poi venerdi 3 settembre con il test di Odontoiatria 789 posti anche loro 80 quesiti da rispondere in 2 ore.

Lunedi 6 settembre è il turno dei candidati alla facoltà di veterinaria con 1006 posti disponibili, si continua poi martedi 7 settembre con gli aspiranti architetti 9265 posti .

Chiudono questa prima fase  i candidati alle Professioni sanitarie: infermieri, ostetriche, logopedisti, fisioterapisti, ecc. Complessivamente, sono 28.135 i posti disponibili, di cui 16.336 per le scienze infermieristiche.

Gli ultimi saranno gli aspiranti insegnanti lunedì 20 settembre sono 4.828 posti per la facoltà di Scienze della formazione primaria. In due ore dovranno rispondere ad 80 quesiti: cultura linguistica e ragionamento logico; cultura pedagogico-didattica; cultura letteraria, storico-sociale e geografica; cultura matematico-scientifica.

Da quest’anno il voto di maturità diventerà determinante solo in caso di pari punteggio nelle prove.

fonte: Repubblica.it

Un aiuto dal web per le matricole: test di ingresso anche online

30 agosto 2010
Commenti disabilitati

Siti e forum per prepararsi al mondo universitario
Ora non è più necessario fare code e code davanti alle segreterie delle università, le nuove generazioni sono in grado di prepararsi per i test di ammissione alle università a numero chiuso anche da casa, tramite internet.
Consultando bacheche virtuali, siti ufficiali e anche forum a libera disposizione degli studenti.
Sul web si trova di tutto, anche consigli, costi e informazioni da parte di chi li ha già fatti.
Nei siti web si trovano per esempio anche informazioni comparative sui costi degli esami di ammissione, in questo modo è possibile scegliere la facoltà universitaria persino considerando i costi di segreteria.
Altri siti mostrano una classifica della ‘probabilità’ di farcela, basata sul confronto tra i posti disponibili e il numero di iscritti.
Infine ci sono siti web che provano a ’suggerire’ le domande più curiose che potrebbero essere presenti nei test più recenti, non solo domande prettamente scientifiche/tecniche, ma spesso possono essere presenti nei test di ammissione anche domande rivolte a verificare la capacità di comprensione verbale e di analisi logica dei testi.

Fonte: La Stampa

Iniziativa del Codacons contro il caro libri

26 agosto 2010
Commenti disabilitati
Books Books
Immagine da Wikipedia

Visto l’aumento del costo dei libri scolastici dell 4%,(fonte Federconsumatori) anche quest’ anno viene proposto dall’associazione consumatori il servizio on-line “LIBRI GRATIS” ( http://www.codacons.it ) dove gli studenti potranno scambiarsi libri di testo usati.

Da quanto riportato sul sito:

chiunque in tutta Italia possieda un testo scolastico e sia intenzionato a regalarlo o scambiarlo con un altro libro, può accedere a questo servizio gratuito specificando il testo che intende cedere (titolo, autore, edizione, ecc.), eventuali libri ricercati per scambio e lasciando i propri riferimenti. In tal modo sarà possibile creare una rete dove i cittadini autonomamente potranno contattarsi e scambiare libri di testo, risparmiando notevolmente in vista del nuovo anno scolastico.”

Fonte: La Stampa

Il “Book in progress” diventa “Net in progress”

24 agosto 2010
Commenti disabilitati

L’iniziativa “Book in progress”, che consiste in una serie di libri di testo economici preparati da un gruppo di docenti e stampati direttamente all’interno degli istituti scolastici, diventerà “Net in progress”, ovvero tali libri di testo saranno resi disponibili e fruibili anche tramite internet.
Questa iniziativa aiuterà molto le famiglie con studenti a carico a limitare le spese per i libri di testo, si stima che i risparmi possano arrivare fino a 300 euro.
I libri pubblicati online saranno anche resi “modificabili” per consentirne miglioramenti basati sullo spirito di collaborazione, un po’ come avviene nei siti basati su wikipedia.

Fonte: Orizzonte Scuola

t>