Diploma Università

Università: corsi per divenire autori di canzoni.

22 dicembre 2009
Commenti disabilitati

La proposta arriva dall’università popolare di Arezzo.

Per la prima volta in Italia, il corso per aspiranti autori di testi di canzoni con il riconoscimento del piano di studi a livello universitario.

Ad organizzare il corso è stata l’Università Popolare di Arezzo (tramite la sede distaccata di Rimini) con un programma suddiviso in 3 anni che comprende le materie di insegnamento di base e le materie specifiche come Metrica, Audiologia, Metodologia e analisi musicale, Diritto d’autore commerciale, Informatica generale e Sistemi informatici musicali, Storia ed interpretazione dei testi musicali, oltre i “laboratori” per la composizione di testi e musiche.

Al termine dei 3 anni, gli studenti dovranno sostenere una prova finale. Il corso a indirizzo musicale consente di maturare crediti formativi universitari, 180 in totale, che sono riconosciuti dallo Stato italiano e valgono come un triennio propedeutico per il conseguimento di un diploma di laurea.

I corsi partiranno nel gennaio 2010 presso l’Hotel Casa San Giuseppe di San Marino, ulteriori informazioni e il programma didattico completo si trovano sul sito dell’Università Popolare di Arezzo.

Fonte: rockol.it

Nuove assunzioni in arrivo nelle scuole italiane.

21 dicembre 2009
Commenti disabilitati

Il Consiglio dei ministri ne ha acconsentite circa 17.000

ROMA- Il Consiglio dei ministri, su proposta dei ministri Brunetta e Tremonti, ha concesso la possibilità all’Istruzione di assumere 647 dirigenti scolastici, 8 mila unità di personale docente, 8 mila unità di personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola e 70 unità di personale docente per le Accademie ed i Conservatori di musica.

I ministri hanno anche prolungato fino al 30 settembre 2010 l’interruzione dei versamenti tributari nelle zone abruzzesi colpite dal terremoto, ed approvato il decreto legge che protrae per il primo semestre del 2010 le missioni internazionali delle Forze armate e di polizia attualmente in atto.

Fonte:lastampa.it

Accordo Vodafone e Ministero dell’Istruzione per l’utilizzo di internet negli istituti italiani.

20 dicembre 2009
Commenti disabilitati

L’intesa è stata sottoscritta per scopi educativi e didattici.

ROMA – È stato siglato il Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Vodafone Italia, per diffondere l’utilizzo di Internet, per fini educativi e didattici, presso i giovani studenti italiani.
Con questo accordo, il Ministero dell’Istruzione e Vodafone si impegnano a creare un programma di attività comuni utili a diffondere Internet nelle scuole, ed a sensibilizzare i giovani sull’utilizzo delle tecnologie responsabilmente.

Tramite dunque l’iniziativa “IoStudio – La Carta dello Studente” si cercherà di facilitare i consumi culturali, riconoscendo agevolazioni ai possessori della Carta dello Studente.
Saranno ideati e sviluppati progetti che richiedono l’uso della tecnologia a fini educativi e didattici all’interno della scuola.
Verranno promosse iniziative di sensibilizzazione degli studenti riguardanti le tematiche dell’educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile, anche tramite il progetto My Future, avviato da Vodafone per il riciclo dei telefonini e l’installazione di impianti fotovoltaici negli istituti italiani al fine di produrre energia pulita.

Ai possessori della Carta dello Studente, Vodafone infine offre uno sconto sulle offerte voce, Internet, ADSL e per l’acquisto di mini-PC.

Fonte:lastampa.it

Arriva “Eureka”!

19 dicembre 2009
Commenti disabilitati

Il CD che spiega l’energia e l’ambiente ai nostri studenti.

ROMA – Nato da un contributo di diverse istituzioni ed enti, nei giorni dei negoziati alla Conferenza Onu di Copenaghen sul clima, “Eureka” è un prodotto didattico al quale è collegato un concorso scolastico che, a partire dal rapporto tra l’uomo e l’energia, dalla sua l’evoluzione nei secoli, e mostrando ai ragazzi gli errori fatti nel corso dei secoli, vuole promuovere la diffusione di una nuova cultura su energia, ambiente e nuove tecnologie.

Nel cd vengono analizzate le problematiche connesse con l’aumento dei consumi energetici e le relative conseguenze sull’ambiente e sul territorio delle varie fonti.
Una particolare attenzione è stata rivolta all’illustrazione delle tecnologie innovative negli impieghi dell’energia e nell’abbattimento delle emissioni nocive, i possibili risparmi, le diverse fonti energetiche che possono venire ottimizzate per impieghi specifici, dall’industria all’agricoltura, agli usi civili, ai trasporti, a volte a prescindere dalla competitività economica.

Il Cd offre indicazioni per guidare i giovani nella scelta delle facoltà universitarie che riguardano l’ambiente e l’energia.
Al suo interno figurano: un glossario con i termini più usati per l’energia e l’ambiente; il who’s who con link ai siti Internet delle principali organizzazioni; e grafici e tabelle con tutti i numeri dell’energia.

Tra i contenuti del Cd c’è anche un bottone “domande” che apre un collegamento e-mail attraverso il quale gli studenti possono inviare domande, quesiti, curiosità o chiedere approfondimenti sulle questioni ambientali ed energetiche.

Fonte:lastampa.it

t>